Forlì, arresti domiciliari per i ricattatori a sfondo sessuale del prete

Forlì, arresti domiciliari per i ricattatori a sfondo sessuale del prete

Forlì, arresti domiciliari per i ricattatori a sfondo sessuale del prete

FORLI' - Il giudice per le udienze preliminari di Forlì, Rita Chierici, ha convalidato l'arresto dei due giovani accusati di aver ricattato un sacerdote della Diocesi di Forlì-Bertinoro, disponendo la misura dei domiciliari. A sollevare il caso ai Carabinieri è stato il sacerdote stesso dopo che i due giovani, un campano ed un forlivese, hanno minacciato di render pubblica la relazione che il religioso aveva intrapreso con loro e che aveva interrotto.

 

I due, entrambi maggiorenni, difesi dagli avvocati Chiara Ermini e Carlo Nannini, secondo quanto ricostruito dal ‘Corriere Romagna', avevano ricevuto anche del denaro durante la relazione. E probabilmente proprio la decisione del presule di metter fine al rapporto ha acceso la reazione dei due giovani, che l'hanno messo alle strette.

 

Il sacerdote, pur dovendo confessare la relazione omossessuale con i due ricattatori, ha deciso di rivolgersi ai Carabinieri. I due ragazzi sono finiti in manette. Lunedì il giudice ha convalidato l'arresto, disponendo gli arresti domiciliari. L'inchiesta, seguita dal sostituto procuratore della Repubblica, Fabio Di Vizio, è condotta dai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile del tenente Cristiano Marella.

 

Il sacerdote, che non ha commesso alcun tipo di reato penale e che nella vicenda è parte offesa, continua nella sua missione pastorale. Nelle prossime ore si attende un intervento ufficiale della Diocesi di Forlì-Bertinoro.

Commenti (11)

  • Avatar anonimo di matteol
    matteol

    Leggendo tutti gli articoli si evince che il sacerdote non e' andato a denunciare i due ragazzi confessando la loro relazione, ma ha inizialmente detto che il litigio era nato per lavori edili mal realizzati. Altro che coraggioso...

  • Avatar anonimo di paola
    paola

    @aui io ho onestamente riferito al parroco che convivo e lui mi ha detto che non posso comunicarmi perchè , testuali parole, vivo nel peccato.... il mio era solo un esempio.. qui nessuno giudica nessuno anzi trovo stimolante il confronto.. ma qui si parla di soldi.. una vicenda secondo me squallida da ambedue le parti.. basta poco abbandoni il sacerdozio e della tua vita fai quel che ti pare... io sono favorevole al fatto che ognuno della propria vita faccia quel che vuole.. ti auguro buona giornata

  • Avatar anonimo di matteol
    matteol

    Il celibato dei sacerdoti NON e' un dogma ma un provvedimeno disciplinare, la cosa e' stata detta piu' volte da vescovi e studiosi della chiesa, e come tale puo' essere discusso. Gli unici a cui piace pensare che i preti possano reprimere i propri impulsi sono evidentemente gli esponenti della chiesa cattolica, che continuano ad imporre il celibato e a condannare il sesso prematrimoniale: i preti cristiani protestanti ed evangelici possono tranquillamente sposarsi, come tutti sappiamo, e nei loro paesi gli scandali sessuali legati al clero sono molti di meno.

  • Avatar anonimo di AUI
    AUI

    cara paola, credo che qui si stia confondendo il problema di coscienza, con le regole clericali. Il celibato dei sacerdoti è dogma e non si discute, la castità non è un obbligo, ma a tutti piace pensare che il prete riesce a sopprimere i propri impulsi umani. Quanto al problema della convivenza, che non ti fa accostare alla comunione, beh, io sono divorziato, e ti assicuro che la mia coscienza mi consente di avvicinarmi ai sacramenti. Non ricordo di essere stato marchiato a fuoco in fronte, dal giudice che ha estinto il mio matrimonio.

  • Avatar anonimo di paola
    paola

    @aui forse non mi sono spiegata bene.. non condanno nessuno non è mio compito. ammiro il suo coraggio.. ma l'omosessualità è condannata seppur con mie riserve dalla chiesa, e poi un prete si vota alla castità quando decide di diventarlo... nessuno sta puntando il dito ma rinunciare ad esserlo sarebbe giusta.. ti garantisco aui che la chiesa con me è stata più dura per molto meno.. non mi permette di accostarmi alla comunione perchè convivo.. ognuno delle sue scelte , seppur con rammarico deve assumersi le su responsabilità

  • Avatar anonimo di AUI
    AUI

    @forlivesedoc I valori cristiani sono intatti. Credo che tu ti confonda con il celibato, che è altra cosa dalla pratica della sessualità. In ogni caso, ribadisco il mio pensiero: il prete è una persona come altre, il suo ministero deriva certo da una vocazione, ma è un "mestiere", al pari di altre professioni (laicamente parlando). Non ha commesso reati, semmai li ha subiti. Non è un prete-pedofilo, i ricattatori hanno 24 e 25 anni. Certo, se la vedrà con il vescovo, ma qui siamo nella sfera - diciamo così - amministrativa. Quanto ai complimenti al magistrato (che peraltro stimo personalmente) ed ai carabinieri, non mi pare che si sia di fronte ad un'operazione di fine arte investigativa: tutto è partito dalla denuncia del sacerdote, che ha fatto nomi e cognomi, con quel coraggio che spesso a tanti manca...

  • Avatar anonimo di d_a_v_i_d_e
    d_a_v_i_d_e

    FUORI DALLA CHIESA chi non ne è DEGNO!! Da uno sche si sforza di non commettere peccati e che mai avrebe pensato che i 50 centesimi dati in offerta sarebbero finiti ad alimentare le perversioni di un *****!!!

  • Avatar anonimo di forlivesedoc
    forlivesedoc

    Ma stiamo scherzando? il prete non può essere mica apragonato ad un medico appure ad un altor professionista!!!! questa persona celebra l'eucarestia...confessa i fedeli...insegna il catechismo...i valori cristiani dove vanno a finire scusate?!?! cosa significa UNO E' LIBERO DI ESERCITARE LA SESSUALITA' COME GLI PARE?!?!?! sì, e poi magari recita l'Omelia rammentando ai fedeli di resistere alel tentazioni, di non cedere ai desideri della carne e via dicendo!!! AUI ma cosa scrivi?!?!?!?! Non funziona così?!?! E' proprio questo il problema!!! che invece dovrebbe funzionare così!!!! altrimenti uno che li prende a fare i voti?!?! mica l'ha costretto qualcuno con una pistola puntata alla tempia!!!??? Concludo complimentandomi con il magistrato che sta seguendo questa indagine e con i Carabinieri che hanno portato alla luce questo caso....sconcertante....

  • Avatar anonimo di AUI
    AUI

    @ paola perché sarebbe ridicolo? pensi forse che il sacerdote, in quanto tale, sia perfetto e non un uomo fallibile? ha avuto il coraggio di denunciare i due ricattatori, accettando di uscire allo scoperto, non mi pare cosa da poco. quanto alla sua sessualità, penso che anche lui sia libero di viverla come gli pare (non siamo in presenza di un prete-pedofilo). e, se ha sbagliato (ma non penso), perché deve smettere di esercitare il ministero? allora il medico che sbaglia diagnosi, smetta di fare il medico, il giudice che ingabbia un innocente via dalla magistratura, l'ingegnere che sbaglia un calcolo cessi di fare l'ingegnere ecc ecc... NON funziona così, per fortuna e con tua buona pace.

  • Avatar anonimo di d_a_v_i_d_e
    d_a_v_i_d_e

    Perchè omettete nomi e cognomi che sono di dominio pubblico?

  • Avatar anonimo di paola
    paola

    continua nella sua missione pastorale??? parte offesa??? tutto ciò è ridicolo... dovrebbe essere sospeso...ognuno è libero di vivere la sua sessualità come crede ed è giusto così.. ma che abbia il buongusto di non fare più il prete

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -