Forlì, arriva nuovo Cda Sapro. Balzani: "Verificheremo per il passato"

Forlì, arriva nuovo Cda Sapro. Balzani: "Verificheremo per il passato"

Forlì, arriva nuovo Cda Sapro. Balzani: "Verificheremo per il passato"

FORLI' - Come era stato anticipato alcune settimane fa dal sindaco di Forlì Roberto Balzani, l'assemblea dei soci di Sapro, la società per l'insediamento industriale della provincia di Forlì-Cesena, ha azzerato questa mattina il consiglio uscente, presieduto da Vittorio Croci, e ha nominato un nuovo consiglio composto da tre membri. Ne ha dato notizia, in apertura di consiglio comunale, lo stesso primo cittadino.

 

"Abbiamo accolto le dimissioni del consiglio uscente, dopo l'udienza per la presentazione e per l'omologa del piano di ristrutturazione, ora vogliamo fare un'accurata ‘due diligence', nell'interesse della società e dei consiglieri che hanno votato l'erogazione del credito a Sapro". Per il sindaco questo cambio al vertice doveva giungere già il mese scorso, ma è stato posticipato per non presentare una dirigenza diversa all'udienza decisiva davanti al tribunale fallimentare del 18 maggio.

 

Le nuove nomine, infine, per Balzani sono "un evento di straordinaria importanza sulla via di un rapporto equilibrato con Sapro". I consiglieri passano da cinque a tre. A far parte del nuovo consiglio sono stati chiamati Maurizio Caristia, direttore generale del Comune di Forlì, a cui sarà affidata la carica di presidente, Dea Frani, dirigente dei servizi economico-finanziari del Comune di Cesena ed infine Mauro Maredi, dirigente del settore bilancio e finanze della Provincia di Forlì-Cesena. Il costo dell'organo amministrativo passa da circa 42mila euro annui a 30mila euro.

 

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di miky
    miky

    AH, AH, AH !!! Adesso che devono rispondere del loro operato, cambiano il vertice. Una mossa politica perfettamente in linea. Il disco lo conosciamo già, d'ora in poi, la risposta sarà: "noi non possiamo dire nulla in merito in quanto non c'eravamo noi a prendere le decisioni che hanno portato a questo risultato, adesso dobbiamo prendere conoscenza dei fatti ecc. ecc." La domanda è: questi signori ormai li conosciamo e conosciamo anche il loro modo di prenderci in giro, ma noi, fino a quando continueremo a lasciarli fare? E' proprio questa la classe politica che ci meritiamo e che ci rispecchia?

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -