Forlì: Artista Caffè 2009, il linguaggio è l’abito del pensiero

Forlì: Artista Caffè 2009, il linguaggio è l’abito del pensiero

Forlì: Artista Caffè 2009, il linguaggio è l’abito del pensiero-3

Dopo la Bellezza, filo conduttore della scorsa stagione, gli Appuntamenti all'Artista Caffè 2009/2010 si aprono al tema del linguaggio nelle sue forme più varie, dalla fotografia alla pittura, dalla radio al teatro, dalla poesia al costume. Curata dallasocietà cooperativa Tre Civette di Forlì, la rassegna anima il foyer del teatro Diego Fabbri da novembre 2009 ad aprile 2010, con incontri in programma da mercoledì a sabato e con ospiti di livello internazionale pronti a confrontarsi con il pubblico del foyer forlivese. 

Sono trentasei le date messe in cartellone, tutte ad ingresso gratuito, in questo articolato programma ideato da Silvia Brecciaroli e Paola Cimatti, presidente e vice presidente della cooperativa Tre Civette di Forlì. Un programma a costo zero per l'amministrazione comunale che si arricchisce di nuove date e nomi di spicco grazie all'impegno della cooperativa forlivese e degli sponsor (CNA Forlì-Cesena; Banca Romagna Cooperativa - Filiale di Forlì, viale Roma 230: Assicurazioni Generali e Confcooperative Forlì-Cesena) che hanno creduto in questo ricco progetto culturale.

Il mercoledì pomeriggio nel foyer si parla di fotografia, con la proiezione di audiovisivi e la presentazione di mostre fotografiche organizzate in collaborazione con il Foto Cine Club Forlì, storico sodalizio che nel 2010 festeggia i primi 50 anni di attività. Il cartellone si apre mercoledì 4 novembre (ore 17.30) nel foyer del Fabbri con l'inaugurazione della mostra fotografica di Tiziana e Dervis Castellucci "La strada della Poesia", accompagnata dalle poesie di Nino Tini lette da Francesco Lezza. Per l'occasione viene presentato anche un audiovisivo, realizzato sempre da Tiziana e Dervis Castellucci. Introduce l'incontro Gabriele Zelli.

Il giovedì è di scena invece il linguaggio dell'arte contemporanea, con Roberto Cresti, ricercatore e docente di Storia dell'Arte contemporanea presso la Facoltà di Lettere e Filosofia della Università di Macerata, chiamato ad illustrare "Astrazioni ed empatie novecentesche"  attraverso una serie di incontri suddivisi tra Forlì e Cesena (da gennaio 2010). Il suo programma si apre nel foyer del teatro forlivese giovedì 5 novembre (ore 17.30) con l'analisi della ricerca artistica di Kandinskij, Franz Marc e Paul Klee, guidata dall'esperienza de "Il Cavaliere Azzurro".

Partenza anticipata di un giorno, venerdì anziché sabato, per le lezioni magistrali sul tema del linguaggio, affidate a otto illustri esponenti della cultura nazionale, introdotti da Polo Rambelli. Ad aprire il cartellone venerdì 6 novembre (ore 17,30) è Steve Della Casa, conduttore del programma radiofonico Hollywood Party di Radio Rai 3, nonché presidente di Film Commission Torino e direttore artistico del RomaFictionFest. Della Casa presenta a Forlì la sua esperienza, parlando del "Cinema alla radio: il caso di Hollywood Party".
 
L'atteso appuntamento con gli attori protagonisti delle pièce messe in scena nella stagione di prosa del teatro Diego Fabbri si apre invece sabato 7 novembre (ore 18,30) con Sebastiano Lo Monaco, protagonista a Forlì con "Il berretto a sonagli" di Luigi Pirandello. Al termine degli incontri con gli attori non mancherà il tradizionale brindisi assieme al pubblico, con i vini offerti dalla cantina Rocca le Caminate. 
Tutti gli appuntamenti sono ad ingresso gratuito fino ad esaurimento posti.    

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -