Forlì, Artista Caffè, un nuovo viaggio nel mito

Forlì, Artista Caffè, un nuovo viaggio nel mito

FORLÌ (FC) - Altra settimana fitta di appuntamenti all'Artista Caffè, come sempre alla ricerca di sintesi e analogie tra mito e modernità, presentata dalla cooperativa Tre Civette di Forlì. La rassegna è ospitata nel foyer del Teatro Diego Fabbri di Forlì, in via Dall'Aste 10.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 
Giovedì 17 febbraio, ore 17,30, secondo appuntamento con il mito del viaggio nella letteratura. L'incontro è a cura di Manuela Racci, docente di lettere al liceo classico di Forlì, vice-presidentessa del comitato dantesco forlivese e collaboratrice di Repubblica, nonché autrice di alcuni manuali di Storia ed Educazione civica. Come ogni giovedì l'incontro è accompagnato da una degustazione offerta dal CNA Alimentare Forlì-Cesena, dedicata ai prodotti che rendono famosa la tradizione culinaria mediterranea. 
 
Venerdì 18 febbraio (ore 18,30) è invece in programma l'incontro e confronto tra attori e pubblico: Elisabetta Pozzi, protagonista della pièce "Tutto su mia madre", di Samuel Adamson su adattamento di Almodovar. La storia, messa in scena al teatro Fabbri da mercoledì 16 a domenica 20 febbraio, sarà presentata in foyer dall'attrice, pronta a svelare curiosità e retroscena con i suoi fan. A condurre il dialogo con il pubblico sarà come sempre Franco Fabbri. Al termine dell'incontro un brindisi con il vino offerto dall'azienda vitivinicola Rocca Le Caminate. 
 
Sabato 19 febbraio (ore 17,30) torna infine l'appuntamento con la lezione magistrale sul tema del mito, condotta da Paolo Rambelli. L'ospite di questa settimana è Luciano Canfora, con una relazione dal titolo "Il vincolo degli archetipi".
Luciano Canfora (1942) è ordinario di Filologia classica presso l'Università di Bari. Dirige la rivista  Quaderni di storia, e le collane di classici La città antica (Sellerio), Paradosis (Dedalo), Ekdosis (Ed. Pagina). Collabora al "Corriere della sera". Studia problemi di storia antica, papirologia letteraria, letteratura greca e latina, storia della tradizione, storia degli studi classici, politica e cultura dalla Riforma al Novecento europeo. Ha pubblicato tra l'altro una radicale reinterpretazione della storia della biblioteca di Alessandria: La biblioteca scomparsa (Sellerio), tradotta in francese, tedesco, inglese, spagnolo, portoghese, olandese, neogreco, giapponese, coreano; ora riproposta nella collezione speciale "La rosa dei venti". Attende alla storia editoriale della Biblioteca del patriarca greco-bizantino Fozio. Ricchissima la lista dei suoi volumi pubblicati in Italia: tra i più recenti Cesare, il dittatore democratico (Laterza), Noi e gli Antichi (Rizzoli),Critica della retorica democratica (Laterza), Il copista come autore (Sellerio), La storia falsa (Rizzoli), La natura del potere (Laterza), Il viaggio di Artemidoro (Rizzoli), L'uso politico dei paradigmi storici (Laterza), La vera storia del papiro di Artemidoro (ed. di Stilos, settembre 2010).
 
L'ingresso agli incontri è gratuito e aperto a tutti, fino ad esaurimento posti.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -