Forlì, associazioni: "Se questa è la Forlì senza occasioni per i giovani, ci sta bene così"

Forlì, associazioni: "Se questa è la Forlì senza occasioni per i giovani, ci sta bene così"

FORLI' - Mercoledì sera a ‘sorpresa' alla Fabbrica delle Candele. "L'Europa interculturale", la serata promossa da l'Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Forlì, l'Euro Direct Punto Europa di Forlì e l'Associazione Incontri, con il Patrocinio della Provincia di Forlì-Cesena e dell'AUSE, l'Ass. Universitaria di Studi Europei e curata da La Casa del Cuculo, Malocchi & Profumi e Sunset doveva essere una splendida occasione per parlare di multiculturalità attraverso spettacoli, letture, video e musica.

 

Si è poi trasformata in una vera e propria festa, nella quale ragazzi e ragazze, italiani e stranieri (da ogni paese del mondo) si sono scatenati in balli africani, rumeni, albanesi e chi più ne ha più ne metta.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Vedere tanti giovani che si mettono in gioco perché ogni barriera culturale sia abbattuta - affermano Sunset, La Casa del Cuculo, Malocchi & Profumi -, come è accaduto alla Fabbrica delle Candele, è qualcosa che capita raramente. Perché se questa è la Forlì in cui non ci sono mai occasioni per i giovani e non c'è mai niente da fare, beh, noi vogliamo che la nostra città resti questa".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -