Forlì: aumentano i maltrattamenti sulle donne, il 63% tra le mura di casa

Forlì: aumentano i maltrattamenti sulle donne, il 63% tra le mura di casa

Forlì: aumentano i maltrattamenti sulle donne, il 63% tra le mura di casa

Ancora una volta, anche nel forlivese, la piaga della violenza contro le donne riguarda le mura domestiche: su 102 donne che si sono rivolte al Centro donna, nel 2008, il 63% aveva subito maltrattamenti dal partner, seguono familiari, suoceri e colleghi di lavoro. Gli estranei rappresento solo il 3% dei casi. I numeri continuano a crescere e preoccupano anche i 64 minori che hanno assistito alla violenza, psicologica o fisica che sia. Solo 23 donne hanno sporto denuncia.

 

Dai dati pubblicati sul Resto del Carlino emerge come le iniziative messe in campo per combattere questo cancro della società siano molteplici: un anno fa è stata costituita la Rete Irene, con la sottoscrizione di un protocollo d'intesa tra Centro donna, forze dell'ordine, Ausl, Comune e Provincia. L'8 marzo scorso è stato costituito un Tavolo permanente delle associazioni, contro la violenza sulle donne. Inoltre il Centro donna (Tel. 0543 712660) continua a prendere in carico anche le situazioni più drammatiche, essendosi dotata anche di una casa ad indirizzo segreto.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La fascia di età maggiormente sottoposta a violenza va dai 35 ai 50 anni. All'ospedale, anno scorso, sono finite 21 donne.

Commenti (3)

  • Avatar anonimo di renzo397
    renzo397

    il problema è serio ma non nuovo.Prima si diceva che le donne non denunciavano perchè prive di indipendenza economica,poi quando potrebbero ,per strani meccanismi a noi sconosciuti continuano nel comportamento omertoso.Subiscono dai figli ,mariti,suoceri...ma taciono per salvare quello che credono la pace famigliare.Solo loro possono invertire la tendenza,le istituzione possono solo stilare delle statistiche.

  • Avatar anonimo di d_a_v_i_d_e
    d_a_v_i_d_e

    Dovrebbero pensarci gli assistenti sociali, anzichè affidare bambini a pedofili.

  • Avatar anonimo di Sam
    Sam

    Ci pensano le ronde, no problem !

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -