Forlì, Ausl. Bartolini (Pdl): "professionisti invitati a traghettare verso altre strutture"

Forlì, Ausl. Bartolini (Pdl): "professionisti invitati a traghettare verso altre strutture"

Per ribadire la necessità di difendere l'autonomia della struttura sanitaria forlivese, che nell'ultimo decennio avrebbe manifestato evidenti progressi, fino a porre l'ospedale "Morgagni-Pierantoni" fra i punti di eccellenza nazionale e internazionale, Luca Bartolini - consigliere regionale di An-Pdl - si rivolge alla Giunta per esprimere una serie di interrogativi nel tentativo di gettare nuova luce sulla polemica apertasi a seguito della notizia del buco di bilancio dell'Ausl. 


Il consigliere chiede se corrisponda al vero che molti validi professionisti dell'Ospedale di Forlì siano stati "invogliati a traghettare verso altre strutture sanitarie del capoluogo della regione o addirittura di area vasta pur di depotenziare la struttura forlivese": ciò allo scopo non dichiarato di ridimensionare l'Ospedale di Forlì. Segnalando il forte rischio di penalizzare i pazienti forlivesi ma anche i tanti dipendenti dell'Ausl di Forlì, a fronte del peggioramento della qualità dei servizi erogati, Bartolini chiede alla Giunta di garantire la salvaguardia dei servizi sanitari forlivesi, messi a repentaglio, a suo avviso, da un'egemonia politica imposta dall'Ausl di Ravenna, e da una "debolezza o per meglio dire totale inconsistenza del Pd locale... che rappresenta il vero tallone d'Achille della sanità forlivese". 


A conferma di questa tesi, Bartolini afferma che l'attuale scandalo sui mega deficit delle ASL, pur riguardando tutte le Aziende della Regione, "vede la lente d'ingrandimento solo sull'Azienda di Forlì", anziché fare emergere le gravi mancanze della Giunta regionale, incapace di controllare pure coloro che ha nominato. 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -