Forlì, Ausl: DestinAzione 'boccia' il direttore generale Mazzoni

Forlì, Ausl: DestinAzione 'boccia' il direttore generale Mazzoni

Raffaella Pirini, leader di "DestinAzione Forlì"-3

FORLI' - DestinAzione Forlì boccia il direttore generale dell'Ausl, Claudio Mazzoni, e auspica una sua non riconferma alla guida dell'azienda sanitaria locale. Intanto perché è "mancato non solo un confronto con la cittadinanza interessata, ma anche, e soprattutto, una attenta analisi da parte degli enti preposti a tale nomina"; poi "le candidature a ricoprire importanti cariche pubbliche, dovrebbero seguire un procedimento più trasparente", come già avviene in altre realtà.

 

"Ad esempio dovrebbero, come accade in vari Comuni, essere aperti dei termini, entro i quali far pervenire, da parte dei candidati alla copertura del ruolo in questione, un curriculum vitae - afferma la lista civica guidata dalla consigliera comunale Raffaella Pirini -, con l'indicazione del possesso non solo dei requisiti previsti, tra i quali la competenza professionale, ma anche specificata l'assenza di cause di incompatibilità".

Il no a Mazzoni è motivato da altre questioni. "E' sufficiente una breve ricerca su internet per venire a conoscenza di ben cinque condanne per danno erariale già subìte da Mazzoni - fa notare la lista -, con
richieste di risarcimenti per oltre 150mila euro, che non lasciano certo un'impronta di trasparenza sul suo operato; l'ultima recente sentenza della Corte dei Conti, nel giugno di quest'anno, ha condannato il Mazzoni a risarcire oltre 47mila euro all'Ausl di Empoli, della quale è stato in passato direttore amministrativo. Precedenti come quelli citati dovrebbero di per sé impedire anche solo la candidatura dei personaggi coinvolti; riscontriamo invece la pressoché totale assenza di dibattito su questi gravi fatti".

"In secondo luogo riteniamo che chi si candida a dirigere una Ausl - sostiene DestinAzione - debba avere non solo le caratteristiche di "buon contabile", qualità che peraltro non ci sembrano sue per quanto appena detto, ma anche quelle di tutore della salute pubblica che abbia a cuore la prevenzione primaria. A questo proposito ricordiamo che, in occasione della pubblicazione dei risultati dello studio di Coriano sull'impatto degli inceneritori nelle aree residenziali limitrofe (Enhance Health, 2007), diramò un messaggio rassicurante sulla non pericolosità degli impianti forlivesi, non avallato da alcun medico".

"Questo comunicato - precisa DestinAzione - non teneva assolutamente conto degli elementi critici emersi dallo studio, come ad esempio l'aumento del 900% delle morti causate da sarcomi dei tessuti molli, patologia strettamente legata all'inquinamento da diossina. Per tutto questo Claudio Mazzoni pare, a nostro avviso, tutt'altro che indicato a dirigere nuovamente l'Azienda Sanitaria Locale". 

Commenti (10)

  • Avatar anonimo di corso.rossi
    corso.rossi

    Leggo e mi sembra ci sia gente che scrive perchènon ha di meglio da fare: che c'emtra berlusconi con la USL di Forli ? Berlusconi ,tra l'altro,egregio signor Caldi,viene eletto dal popolo con voto libero mentre il direttore di una USL viene nominato dalla Regione con nomina prettamente politica e questo,mi permetta,è una cosa che un politico come LEI dovrebbe sapere,ovvero che diverso è essere eletti o essere nominati.Il Direttore di una usl NON è un candidato ! Mi sembra che molti stiano criticando l'operato della dirigenza sanitaria forlivese ,un manager se non ha piu' credibilità ed ha cose che non lo fanno essere piu' trasparente dovrebbe essere cambiato,ma purtroppo ,se lo si farà,verrà fatto con l'ennesima nomina politica di un cavalier servente di qualche grosso politico regionale o locale ,ed alla fine non farà nulla di meglio e di diverso da quanto già fatto,poichè sarà un esecutere di ordini.Come Mazzoni che ora sta pagando lui per chi gli ha dato ordini.Decidete voi chi è che gli ha dato ordini e provate a chiedere che venga sostituito lui anzichè Mazzoni !

  • Avatar anonimo di Luca Caldi
    Luca Caldi

    Sono pienamente d'accordo, chi ha questioni con la giustizia non deve essere candidato ...Ma allora l'illustrissimo presidente del consiglio!!!!!!

  • Avatar anonimo di innominato
    innominato

    chiediamoci da chi e sponsorizzato mazzoni spulciamo gli appalti usl e avrete la risposta a per la cronaca appalti da moltissimi anni non se ne fanno piu conseguenza aumento delle spese del 35% in piu del lecito

  • Avatar anonimo di Roberto S
    Roberto S

    Mi sfugge(!!!) il motivo per il quale in politica (o meglio nell'ambito più vasto della politica) chi dimostra di non avere eccelse attitudini dirigenziali deve per forza essere riconfermato nei posti per i quali sono necessarie spiccate capacità gestionali una moralità indiscutibile... non conosco e non so cosa abbia fatto (nel bene e nel male) l'attuale Direttore Generale, ma se è vero che ha commesso errori come sostiene l'articolo, chi ha la responsabilità delle nomine ha il dovere di mettere a capo della sanità cittadina una persona che in primis sia incensurata, capace e soprattutto al di sopra delle polemiche strumentali... E' davvero difficile seguire queste poche linee di principio?

  • Avatar anonimo di Barnaba
    Barnaba

    Bisogna che qualcuno ricordi alla signorina Pirini che lei e il suo listino sono ormai passati tra le cose estinte

  • Avatar anonimo di Stefano Oronti
    Stefano Oronti

    Davide, ricordi male. La Raffaella è veterinario in un ambulatorio privato che è pure fuori provincia. Che io sappia, lo zoccolo duro di DestinAzione Forlì non conta medici al suo interno. Al limite c'è la Patrizia Gentilini, ma lei è in pensione e non fa nemmeno parte del gruppo.

  • Avatar anonimo di Davide1
    Davide1

    Se non ricordo male Destinazione è formato da diversi medici, anche dipendenti dell'AUSL. Non ci sarà mica un conflitto di interessi? Non è che la Pirini vuole aiutare qualche suo amico?

  • Avatar anonimo di Bug
    Bug

    Quelli di Dx... sempre a chiedere delle vergini, salvo poi votare un pluri processato.

  • Avatar anonimo di benpensante
    benpensante

    Quello che fa seriamente pensare è che ,su cose ormai assodate e visibili per tutti,ci sia ancora un assoluto silenzio della politica del centro sinistra,che non ha mai preso una posizione chiara sulla faccenda,sia in modo positivo verso Mazzoni che in modo negativo : perche? A Forli c'è una buona sanità eppure il direttore viene ogni tanto contestato (prima la destra,poi l' idv,ora DestinAzione),segno che qualcosa c'è che non va,almeno a livello amministrativo: in tutto questo la sinistra tace :quindi si presume che per la sinistra vada bene l'attuale Amministrazione che ratifica l'inceneritore (ma non era Fusconi l'ecoleghista? va a finire che è piu' ecologico della sinistra),che permette lo svuotamento professionale dell'Ospedale,che smembra reparti e servizi a favore di Cesena e Ravenna,che permette le code al pronto soccorso etc etc.Puo' essere pero' che la stessa sinistra non abbia niente di meglio da proporre e,da quel che ho letto,il nome dell'imolese che si fa come futuro direttore della usl ,imposto da Bologna col signorsì della sinistra forlivese, è probabilmente peggio di cio' che abbiamo...........

  • Avatar anonimo di Gasol
    Gasol

    qui cosa hanno da dire caldi e zanetti?

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -