Forlì, autovelox. Vanetti (Lega Nord): "Non ce n'era bisogno, servono a far cassa"

Forlì, autovelox. Vanetti (Lega Nord): "Non ce n'era bisogno, servono a far cassa"

"Già diversi mesi fa avevo segnalato il problema degli autovelox fissi in città, soprattutto perchè la loro installazione è unicamente il proseguio di politiche comunali errate e illiberali, atte a fare cassa sulla pelle degli onesti cittadini che lavorano e già pagano fior fiore di tasse locali". Anche Stefano Vanetti, segretario della Lega Nord forlivese, interviene in merito alla prossima attivazione di due postazioni autovelox fisse in città.

 

"Il 14 Agosto scorso il Ministro Maroni tramite la direttiva 10307 ha chiarito definitivamente - spiega Vanetti - che gli autovelox senza pattuglia sono illegali nei centri urbani, gli autovelox fissi senza la presenza di pattuglie possono essere collocati esclusivamente sulle autostrade e sulle extraurbane principali, a meno che non vi sia un procedimento di autorizzazione avviato dal Prefetto con il parere vincolante dell'Ente proprietario o concessionario della strada, come è avvenuto, appunto, a Forlì".

 

"Quello che contestiamo, infatti - prosegue il giovane Segretario della Lega - è che il Prefetto, può si autorizzare l'installazione di postazioni fisse senza pattuglia in città, ma solo a due condizioni: le strade in questione devono avere un elevato livello di incidentalità e le loro condizioni strutturali e di traffico non devono permettere alla polizia di fermare immediatamente i veicoli per contestare l'infrazione. Non ci risulta che i tratti individuati abbiano queste problematiche, in particolar modo la via Costanzo II priva com'è di scuole, uffici pubblici, attraversamenti pedonali e nuclei abitativi rilevanti. Come consigliere di Circoscrizione, in merito alle considerazioni fatte, presenterò a breve un'interrogazione per capire quali siano i dati reali di incidentalità sul tratto in questione e se sia cosi difficile per le pattuglie riuscire a fermare per tempo gli automobilisti al di fuori dei limiti, in una strada, che tra l'altro, è completamente diritta e priva di ostacoli alla visuale".

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di alice kappa
    alice kappa

    Quanta demagogia e chiacchere inutili, basterebbe dire ciò che tutti i politici sanno benissimo e cioè che QUELLE MULTE POSSONO ESSERE ANNULLATE FACENDO RICORSO AL PREFETTO, a condizione di citare la circolare che è stata violata (basta chiedere informazioni in Prefettura dove hanno un modello già pronto per l'occasione). Ci sono già diversi precedenti!!!

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -