Forlì, Bartolini (PdL): "Blocchi del traffico inutili"

Forlì, Bartolini (PdL): "Blocchi del traffico inutili"

FORLI' - In relazione all'accordo sottoscritto tra Regione, Province, Comuni capoluogo e quelli oltre i 50.000 abitanti, che prevede divieti alla circolazione nelle città dell'Emilia - Romagna, il Pdl ribadisce che l'intera comunità scientifica, nella quasi totalità dei casi, ritiene i blocchi del traffico totalmente inutili a fornire risposte concrete e strutturali per la qualità ambientale, dato che le polveri sottili, o Pm 10, si abbassano soltanto in caso di pioggia o vento forte.


Risultano inoltre discriminatori nei confronti dei cittadini con difficoltà economiche, proprietari di veicoli non di ultima generazione, e colpiscono con forza i centri storici danneggiandone l'economia. Gli enti locali dovrebbero quantomeno adottare misure di compensazione, realmente efficaci, nei confronti degli operatori economici e dei fruitori dei centri urbani per ovviare ai disagi provocati dai blocchi del traffico. In tal senso risulta opportuno riequilibrare la proporzione tra i parcheggi gratuiti e quelli a pagamento, intervenendo anche sulla riduzione delle tariffe. Va ribadita l'importanza del trasporto pubblico locale e della relativa sensibilizzazione da parte dei Comuni nelle scuole e nei confronti dei cittadini per un maggior utilizzo degli autobus.


Purtroppo a Forlì, ad esempio, circolano autobus e minibus spesso vuoti o con pochissimi passeggeri, poco propensi ad utilizzare i mezzi pubblici soprattutto per i loro frequenti ritardi e la relativa incertezza degli orari, che possono portare anche a mezz'ora d'attesa. Si devono altresì registrare varie problematiche relative ai percorsi dei mezzi pubblici, ritenuti scomodi da tanti forlivesi, con particolare riferimento ai collegamenti in essere tra aeroporto, stazione ferroviaria e ospedale o altre strutture sanitarie. Mentre resta scarsa l'efficacia del servizio navetta per il collegamento tra i parcheggi a corona e il centro storico. Non a caso, al di fuori degli studenti, l'80 o il 90% dei passeggeri è composto da persone straniere ed extracomunitari.


I Comuni e la Regione, prima di pensare ad inutili blocchi delle auto, ovvero provvedimenti obsoleti e di carattere ideologico, dovrebbero attivarsi per rendere più funzionale il sistema del trasporto pubblico locale, con una maggior razionalizzazione delle corse e della gestione dei mezzi, per giungere ad un'auspicabile ottimizzazione del servizio bus. Vanno progettate corsie riservate ai bus nei viali e nelle strade principali, per limitare ed annullare i ritardi dei mezzi, occorre ridurre il costo del biglietto senza ricorrere a tasse aggiuntive a carico dei cittadini/contribuenti e vanno adottate misure per garantire la sicurezza dei passeggeri e degli autisti all'interno dei mezzi pubblici, consentendo così un controllo più capillare e rigido del pagamento del biglietto.


Occorre infine intervenire, per quanto riguarda la qualità dell'aria, per ovviare al grave ritardo della viabilità, anche perché solo un vero sistema di tangenziali, accompagnato da efficaci infrastrutture, consentirebbe un traffico più scorrevole, eliminando così centinaia d'ingorghi e d'interminabili file, ovvero le situazioni maggiormente inquinanti. A questo punto, data la scarsa lungimiranza degli esponenti del Partito Democratico, sarebbe meglio una danza della pioggia, ma forse i nostri amministratori preferiscono far cassa tartassando i malcapitati automobilisti attraverso raffiche di multe.

 

 

Luca Bartolini

Consigliere Regionale PDL

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di matteol
    matteol

    Grande Bartolini! Un sacco di parolone per non dire nulla, come sempre! Continua cosi' che farai carriera! :)

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -