Forlì, basket. Cody Toppert è la new entry della MarcoPoloShop.it

Forlì, basket. Cody Toppert è la new entry della MarcoPoloShop.it

Forlì, basket. Cody Toppert è la new entry della MarcoPoloShop.it

FORLI' - Prova a rimescolare le carte e a ridare linfa alla propria stagione la MarcoPoloShop.it: da metà settimana è infatti a Forlì, in prova al posto del "tagliato" Stefan Licartovsky (il bye-bye alla guardia ceca è stato comunicato martedì), il pari ruolo classe 1983, statunitense ma dotato di passaporto tedesco, Cody Toppert. la speranza di sostenitori e società biancorossa è una sola: che qualcosa nell'attacco della FulgorLibertas migliori.

 

Provino o test che dir si voglia, più che doveroso visto che il ragazzo, dotato di curriculum da giramondo (trascorsi tra i quali spicca la laurea presso la Cornell University, la stessa di Ryan Wittman) proviene da un campionato non propriamente di ferro come quello inglese, certamente non paragonabile per impegno ed atletismo alla seconda divisione tricolore.

 

Dalla "furia ceca" alla guardia che mangia hamburger e würstel mit kartoffeln con il medesimo gusto, la speranza di sostenitori e società biancorossa è una sola: che qualcosa nell'attacco della FulgorLibertas migliori. Se in particolare i tasti dolenti sono due, ovvero le percentuali dall'arco (Forlì è ultima con un desolante 26.9% totale) e la propensione ad fronteggiare a "muso duro" il ferro, una mano oltre i 6,75 metri il ragazzo potrebbe darla avendo viaggiato in passato sempre intorno quota 40% ai tiri da 3 punti. Almeno questa è l'obiettivo e l'ottica che coach Di Lorenzo cercherà di perseguire in questi giorni.

 

Questo il curriculum della guardia alta 194 centimetri, nata ad Albuquerque il 10 gennaio del 1983.

Dopo la laurea nel 2005 a Cornell University, Toppert firma in D-League per i concittadini degli Albuquerque Thunderbirds, allenato dall'ex NBA Michael Cooper. Qualche gara poi migra in Nuova Zelanda dove con la maglia del Taranaki Mountains Airs, segna 22,1 punti a partita. L'anno successivo approda in Europa dove firma per i portoghesi del Barreirense FC (medie: 12,2 punti, 3,2 rimbalzi e 1,5 rubate a partita).

 

Nella stagione 2007/2008 torna negli States, in CBA, nei Great Falls Explorers dove viaggia ad una media di 16 punti, 3 recuperi, 3 assist e si segnala per esser nominato per tre volte a "players of the week" CBA . Nel 2008-2009 eccolo di nuovo nel Vecchio Continente, in Germania, dove oltre a giocare per Göttingen acquisisce il passaporto tedesco. La terra di Hegel e Bach evidentemente solletica la guardia USA che vi resta anche nei primi mesi del 2010, stavolta però a Wiessenhorn in Lega2 (19 punti a partita, 6.5 rimbalzi e 2 assist). L'estate lo porta a varcare la Manica, firmando per Plymouth Raiders, club di metà classifica nel "tenero" campionato inglese, la British Basketball League. Qui gioca 9 partite per 25 minuti a gara, segnando 11.2 punti di media con il 60% da 2 punti (12/20) ed il 43.3% da 3 punti (23/53) finché il suo procuratore lo convoca in Romagna.

 

Francesco Mazza

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -