Forlì, basket Legadue: Fulgor di forza, sconfitta Verona

Forlì, basket Legadue: Fulgor di forza, sconfitta Verona

L'esultanza dei giocatori della Fulgor al termine della sfida contro Verona

FORLI' - Comincia con il piede giusto l'avventura in Legadue della Fulgor Libertas Basket, che batte per 85-75 Verona e compie un primo passo verso quella salvezza che è l'obiettivo minimo che i romagnoli si sono dati per questa stagione. Sarà una stagione lunga e intensa, da affrontare con lo spirito che i biancorossi hanno mostrato nel terzo e quarto tempo. Forlivesi trascinati da uno straordinario Gordon (30 punti) e da un invincibile Foiera (20), capace non solo di trascinare ma anche di segnare.

 

> LE FOTO DEL MATCH

> Il tabellino

 

Prime due frazioni di gara non troppo brillanti per Forlì, oscurata anche da un Abrams incontenibile, capace di andare a segno in ogni modo. Dopo l'intervallo Forlì è riuscita ad ingranare la marcia, salvo qualche distrazione qua e là, presa per mano da Foiera, trascinatore non solo del quintetto ma anche dei tremila tifosi arrivati al PalaCredito di Romagna.

 

Primo quarto. La sfida si apre con l'ingresso sul parquet di Fabio Scozzoli, campione europeo di nuoto, premiato con una targa dal presidente della Fulgor Libertas Basket Erio Masoni, omaggiato da coach Di Lorenzo e da Forray, leader della formazione romagnola. Poi tra le ovazioni del pubblico, i magnifici dodici della Fulgor fanno ufficialmente il loro ingresso in campo.

Poletti, Forray, Licartovsky, Gordon e Wittman compongono il primo quintetto della stagione.

Primo canestro di Gordon. La partita non attende ad accendersi, soprattutto con Wittiman e Gordon, sotto la regia di Forray. Poi è Verona a prendere piede, tanto che il time-out di Di Lorenzo sul 12-19 arriva provvidenziale a ridare respiro ai mercuriali a meno di quattro minuti dalla fine. Foiera incita il pubblico forlivese, che subito risponde al ritmo di "Forza ragazzi". Forlì spreca un paio di ripartenze e viene punita con una bomba da tre di Verona. Forray e Gordon mettono sotto pressione i veneti, richiamati al primo time-out dal loro coach. Uno splendido canestro da tre punti di Wittman riporta la situazione vicina alla parità, 23-24.

 

Secondo quarto. Gordon trascina Forlì anche nella seconda frazione di gara (12 punti nel primo quarto), mentre Verona appare più in affanno. Anche Foiera va a segno e Forlì compie il sorpasso a meno di sette minuti, ma subito gli ospiti pareggiano il conto, 28-28. Biancorossi e gialloblu viaggiano appaiati per un paio di minuti poi Verona tenta di spiccare il volo e pare riuscirci con Abrams e Trepagnier che vanno a segno e portano gli ospiti avanti di 7 punti ad 1'40" dalla fine della frazione. Negli ultimi secondi di gara Forlì accorcia fino a 38-43

 

Terzo quarto. Forlì ritorna in campo più grintosa, ma la maggior condizione fisica degli ospiti mette in difficoltà i romagnoli. La reazione forlivese, perà, arriva e culmina a metà frazione con il sorpasso a quota 46-45, firmato da Foiera, che poi spinge il pubblico di casa che in coro non manca all'appuntamento. Gordon torna a salire in cattedra e il Palacredito esplode. Forliì spinge sull'acceleratore ma il tabellone non subisce significativi spostamenti. Poi Abrams infila una tripla per i veronesi che li riporta in testa, 48-49. E' un continuo testa a testa che vede i due quintetti ricorrersi senza che uno prevalga sull'altro, ma anzi con molti errori. Nell'ultimo minuto Forlì tenta di prendere il largo, ma Verona non molla la presa. Si chiude a 59-58.

 

Ultimo quarto. Forlì prova la fuga. Prima Gordon, poi una straordinaria tripla di Licartovsky e quindi ancora Gordon ed è +6 per i romagnoli, che ora sembrano più solidi anche in difesa. Verona è confusa e poco efficace, Forlì non ne sa approfittare fino in fondo ma non si lascia scappare le occasioni più ghiotte e va a segno anche con Ranuzzi, che va a segno due volte con altrettante prodezze. Abramas cerca di far risorgere i suoi, ma senza esito. Forlì potrebbe affondare il coltello ma non riesce. Verona non ci pensa due volte e si riavvicina pericolsamente a - 3 punti quando scoccano all'incirca i 180 secondi alla fine della partita. Wittman di forza cerca di fare breccia nella retroguardia veronese, sostenuto da un ottimo Foiera, agonisticamente il più tonico dei forlivesi, secondo solo allo statuario Gordon, che porta Forlì avanti 76-69 a 1'40" dal termine. Foiera sfonda la difesa ospite e mette a segno due punti pesanti. Ancora lui trascina i romagnoli a quota 80 contro i 71 di Verona a 33 secondi dalla fine. Gordon (in assoluto il migliore in campo) dalla lunetta mette il sigillo al successo di Forlì, che comincia nel migliore dei modi la sua nuova avventura nel basket "che conta".

 

Marco Di Maio


Commenti (1)

  • Avatar anonimo di R_I_C_K_
    R_I_C_K_

    io c'ero e gordon-foiera possono essere gli ibrahimovic della situazione, cioe possono vincer da soli...forza forli, ragazzi sono con voi

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -