Forlì, basket: Marcopolo sconfitta a Verona, salvezza più lontana

Forlì, basket: Marcopolo sconfitta a Verona, salvezza più lontana

Forlì, basket: Marcopolo sconfitta a Verona, salvezza più lontana

Ascensore per l'inferno per la FulgorLibertas MarcoPoloShop.it che in un colpo solo perde lo scontro salvezza con Verona e differenza canestri. Il finale segna, infatti, un devastante -23, 92-69. Se doveva essere la prova del coraggio e della rivalsa, alla chiamata ha risposto il solo USA Goldwire. Il resto della truppa, girata la boa del primo tempo, si è eclissata lasciando così in eredità alla dirigenza forlivese una cesta di grattacapi. E non solo circa il mercato giocatori (Lestini e Foiera in testa), ma anche sul fronte tecnico.

 

Primo quarto - Avvio griffato Tezenis Scaligera (5-0) ma la faccia FulgorLibertas è quella giusta e finalmente si vedono canotte rosse pugnaci a rimbalzo. Topper apre le danze e il resto del quintetto segue alla grande: in 4' i romagnoli piazzano un bel parziale di 0-12, 5-12. Time out Marcelletti e i veronesi decidono di buttarla sull'atletismo. Riuscendoci con Trepagnier e soprattutto Renzi a trovare soluzioni efficaci in uno-contro-uno. Il pivottone ha gioco facile contro Gordon, limando fino al -1, 11-12 (6'). Forlì reagisce sull'asse stelle strisce Goldwire-Topper-Gordon allungando nuovamente: 13-18, 8'. Resta in scia Verona che sullo scadere di quarto pesca con Porta dalla lunga il -2, 20-22.

Secondo quarto - I primi scambi sono territorio per Goldwire che assesta tre colpi (uno al minuto) dall'arco utili a respingere ogni abbordaggio della Scaligera: 23-28, 13'. Verona continua a trovare risorse preziose da Waleskowski e Trepagnier: è -2, 29-31 al 15'. Un tecnico a Marcelletti, quando il tabellone segna 4'39", e una bomba di Lestini ridanno fiato a Forlì che riprende 6 lunghezze (29-35 al 17'). Forlì non riesce però a scrollarsi dalla groppa la Tezenis che, pur nervosa (tecnico a Waleskowski a 17'40") macina gioco, contando sui troppi falli commessi dagli ospiti. Penalità pesantissime come il 3° di Gordon e Goldwire. A ricucire sono Porta (5 punti consecutivi) e Jurevicus che pareggia sul punto 39 a 20" dal gong con un cesto più supplementare offerto da un Foiera oggettivamente morbido. Gong di fine tempo che sembra non arrivare mai con uno scambio di pasticci (accompagnata di Jurevicus, sfondamento di Golwire) che comunque lasciano immutato il risultato.

Terzo quarto - Due minuti di nulla battezzano il 2° tempo. Una bomba di Forray illude una nuova sfuriata (42-42, 22'30") ma a gelare gli ospiti arriva il 4° fallo di Gordon (23'). L'assenza del colored incrina il muro sotto il cesto romagnolo e, a turno, Waleskowski e Renzi possono far a fette la difesa Marco Polo e "tirare" il primo strappo veronese: 49-42, 24'30". Un gap che Jurevicus dilata fino ad un +14, 56-42 (26') grondante sangue. L'asse pivot-play Poletti (in campo al posto di un Foiera al lumicino) Golwire, prova a ripianare con un contro-break di 0-6 che vale -8, 56-48 al 28'. La fine quarto coglie però Forlì ancora sotto la fatidica quota -10, 62-51.

Quarto quarto - La musica non muta nell'ultimo periodo: Verona macina gioco e punti poggiando sulla triangolazione Jurevicus-Waleskowski-Renzi. Forlì è molle, il canestro sputa impietosamente ogni pallone e la Tezenis vola a +18 con due triple in sequenza di Gueye e Trepagnier: 76-58 al 34'30". Forlì è solo Goldwire (76-60, 36'30") e purtroppo non basta per vincere ma neppure per dar la caccia alla differenza canestri. La MarcoPoloShop.it tocca -11, 1'50" dalla fine gara, ma uno sfondo dello stesso USA Goldwire, sul 78-65 (38'), squarcia Forlì che cede totalmente fino ad un agghiacciante 92-69 finale. 

 

PARZIALI - 20-22, 39-39, 62-51

ARBITRI - Andrea Masi (Firenze), Mauro Moretti (Marsciano, PG) e Dario Morelli (Brindisi)

TEZENIS SCALIGERA VERONA - Porta 13, Jurevicus 19, Trepagnier 13, Bellina 2, Renzi 16, Waleskowski 24, Gueye 3, Mariani. N.e.: Campiello e Panni. Allenatore: Marcelletti.

MARCOPOLOSHOP.IT FULGORLIBERTAS FORLI' - Goldwire 26, Topper 13, Gordon 10, Poletti 12, Forray 3, Ranuzzi, Foiera, Lestini 5, Campani. All. Giampaolo Di Lorenzo

NOTE - Totali Verona: 25/44 (57%) 2p, 6/17 (35%) 3p, 24/25 (96%) liberi, 34 rimb. totali 41 (6 off, 35 dif); Forlì: 15/39 (38%) 2p, 8/26 (31%) 3p, 15/18 (83%) liberi, rimb. Totali 31 (7 off, 24 dif); spettatori 2.000 circa con 200 ospiti


Francesco Mazza

Commenti (4)

  • Avatar anonimo di corso.rossi
    corso.rossi

    e pensare che forse poteva bastare prendere Hoover senza fare altre operazioni importanti se non tagliare un play ,anzichè lasciarlo andare a Ferrara,forse la Fulgor-Libertas avrebbe 4 o 6 punti in piu' ed avrebbe speso molto meno.Certi errori si pagano caro in un campionato come la lega 2 dove bastano vincere 2 partite in piu' per essere salvi .

  • Avatar anonimo di reverse
    reverse

    perchè è stato ceduto frassineti???????????

  • Avatar anonimo di reverse
    reverse

    io l'ho detto sin dall'inizio che il mercato acquisti non va bene: poletti non deva stare im area e forray deve fare il ruolo di inizio campionato ovvero piu spostato a sinistra dove ha spazi liberi. comunque vada io vedo poche speranze........

  • Avatar anonimo di livio76
    livio76

    La campagna acquisti è stata sbagliata e gli insuccessi non sono colpa dell'allenatore ma della dirigenza. Cedere Frassineti, Masciadri e Pierich (due anni fà;) sono stati grossi errori come non prendere come "extracomunitari" ed americani atleti che avevano già giocato in ITALIA E CHE CONOSCEVANO IL NS. CAMPIONATO. Forse ormai sarà troppo tardi per rimediare, ma Signor Alberani e soci, via Fojera, Lestini e l'oriundo tedesco, ed aprire ad atleti già conosciuti, Buona come prima, la prova di Goldwire. SI PUO' ANCORA SPERARE COMINCIANDO DA DOMENICA PROSSIMA, ALTRIMENTI E' FINITA VERAMENTE L'AVVENTURA DI SERIE LEGADUE.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -