Forlì, basket. Tra Licartovsky e la Barone Montalto è già finita

Forlì, basket. Tra Licartovsky e la Barone Montalto è già finita

(foto di repertorio)-502

FORLI' - Stefan Licartovsky non è più un giocatore del Barone Montalto Aics Basket Forlì. A spiegare i motivi dell'addio è il presidente Gabriele Ghetti. "La settimana scorsa, prima del match contro Granarolo valevole per gara1 delle semifinali playoff, il giocatore ci ha comunicato che non aveva più nessun motivo per rimanere a Forlì, avendo percepito tutti gli emolumenti da parte della sua precedente squadra. Un ulteriore motivo per rimanere in città, ovvero un riconoscimento economico, avremmo dovuto fornirlo noi".

 

"Va ricordato che l'accordo tra il giocatore e la nostra società - avvallato sia dal procuratore che dallo stesso Licartovsky - prevedeva il suo ingaggio totalmente gratuito e la possibilità di svincolarsi gratuitamente in qualsiasi momento".

 

"Da parte della società c'è stato un netto rifiuto, indipendentemente dalla cifra richiesta. Il rifiuto è dovuto all'integrità morale e alla voglia di non scendere a compromessi per rispetto della società e soprattutto per rispetto dei collaboratori e degli altri atleti che compongono la rosa. La decisione di non avvalersi più delle prestazioni sportive di Stefan Licartovsky è stata presa all'unanimità". 


Domani sera, intanto, si scende in campo per gara2 delle semifinali playoff. Al "Villa Romiti" arrivano gli emiliani del Granarolo Basket. Il match comincerà alle ore 21. Una partita importante: la truppa di coach Luca Chiadini vuole centrare un successo che permetterebbe di allungare la serie.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -