Forlì, bilancio di previsione 2009. Il Sindaco: "Grandi difficoltà"

Forlì, bilancio di previsione 2009. Il Sindaco: "Grandi difficoltà"

Forlì, bilancio di previsione 2009. Il Sindaco: "Grandi difficoltà"

"Il 2009 si presenta estremamente complicato". Così il Sindaco di Forlì, Nadia Masini, esordisce nell'illustrare il bilancio comunale di previsione. In primis l'ammanco di entrate dovuto all'abolizione dell'Ici prima casa, che il Governo si è impegnato a coprire interamente ma per il quale fino ad ora "siamo nella più totale incertezza", sottolinea il Sindaco. Nonostante questo il Comune si impegna a salvaguardare gli investimenti, "che significano occupazione".

 

L'attenzione dell'amministrazione resta focalizzata sul settore sociale, dove la spesa corrente è aumentata (previsti oltre 20 milioni di euro), guardando soprattutto ai servizi educativi per la prima infanzia. "Sono stati aggiunti centinaia di posti nei nidi, per dare sempre maggiore risposta alla cittadinanza. Difficilmente ci saranno altri settori di spesa con il segno +", sottolinea la Masini.

 

Ma non solo di servizi educativi si parla. "E' sempre crescente il bisogno delle famiglie in difficoltà - spiega il Sindaco - a dicembre è stato stanziato un fondo di 250mila euro per l'abbattimento delle tariffe delle bollette, che abbiamo cercato di aumentare ulteriormente, fino a 320mila euro".

 

In fase di definizione con i sindacati l'allargamento della fascia di esenzione Irpef. "30 mila euro sono previsti per le risorse anticrisi (ad esempio anticipo della cassa integrazione ndr) - fa presente l'assessore comunale al bilancio, Lodovico Buffadini - altri 30 mila per il fondo per gli affitti. Tra il 2003 ed il 2007 l'ammontare degli investimenti è stato di 257 milioni di euro. Siamo in un equilibrio estremamente precario, che richiede la necessità di un continuo monitoraggio della spesa corrente".

 

Il Sindaco ci tiene a precisare come i costi della politica, tanto discussi ed additati, siano, in realtà, bassi: "Un amministratore percepisce un gettone di presenza di 43 euro lordi. Inoltre è stata operata una riduzione del numero dei membri dei cda delle società partecipate, di oltre 40 unità, ed una diminuzione delle indennità di quasi 500mila euro".

 

Insomma si va avanti con sempre meno risorse e "se la situazione continua così - precisa la Masini - sarà quasi impossibile, per la maggior parte dei Comuni, stilare i bilanci per il 2010 e si andrà incontro a serissime difficoltà per l'anno corrente".

 

Chiara Fabbri

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di innominato
    innominato

    nei costi della politica la signora masini si dimentica di includere tutti quelle societa aereoporto compreso create in continuazione per infilare amici degli amici sindaci tronbati piu appalti che non si fanno piu da anni ma rinnovati sempre alle solite coop che si poi donano pande o ambulanze facendo bella figura ma in realta pagate coi soldi de cittadini che pagano piu tasse dato che i servizi assegnati senza appalti costano mol to di piu,ma a forli nessuno neanche la finta oppozizione ci da un occhio a tutti questi tra mischi. e be tanto piove governo ladro te pareva

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -