Forlì, bilancio. Rondoni (PdL): "La città soffre anche i tanti tagli della Giunta"

Forlì, bilancio. Rondoni (PdL): "La città soffre anche i tanti tagli della Giunta"

FORLI' - <Forlì soffre anche per i tanti tagli operati dalla Giunta>. Lo afferma Alessandro Rondoni, coordinatore Pdl e Udc in Consiglio Comunale, che in vista delle Commissioni Consiliari convocate congiuntamente lunedì 14 febbraio per la presentazione del Bilancio di previsione 2011 aggiunge: <Non c'è nessuna novità per la città, vengono tagliati milioni che penalizzano lo sviluppo economico, il commercio, il centro storico, i servizi culturali, l'istruzione e il welfare di una città che già soffre per aeroporto e sanità, con scelte e criteri politici in continuità con il passato. Oltretutto il Comune è in esercizio provvisorio e non si vede alcun piano di sviluppo per Forlì>. Rondoni inoltre sottolinea: <La Giunta dei professori si lamenta dei tagli della Finanziaria, dimenticando di essere stati eletti per amministrare, per fare progetti, se ne hanno, per il futuro della città. Si devono ridurre gli sprechi, la spesa e applicare nuovi criteri politici all'insegna della sussidiarietà e della collaborazione pubblico-privato>.

Commenti (2)

  • Avatar anonimo di matteol
    matteol

    Se Rondoni vuole fare carriera nel PdL bisogna che si impegni un po' di piu', questa e' la solita pappardella di frasi fatte che sanno fare tutti i forzitalioti ripetendo gli slogan del loro capetto. A voler essere pignoli, poi, ha fatto un errore: in una frase ha ammesso l'esistenza dei tagli della finanziaria, cosa che un vero PdLino non farebbe mai.

  • Avatar anonimo di germano pestelli
    germano pestelli

    Mi sembra,dico mi sembra poichè non mi sento preparato su tante cose di cui Rondoni parla,che la sua analisi sia coerente con quanto vediamo ogni giorno nella nostra Città.Il "calone" per dirla alla romagnola che abbiamopreso recentemente su tante cose e situazioni: aeroporto,sanità,sapro ed altre ancora è un segno evidente che "lassu' qualcuno non ci ama".Occorre solo che si definisca bene dove è e chi è questo "lassu'" e questo !qualcuno".Sinceramente una politica cosi negativa nei confronti della nostra Città non la si ricorda a memoria d'uomo.Persino le Stato Pontificio di 700 e 800 centesca memoria,pur essendo una provincia di confine,la gestiva in modo piu' oculato.Di questo passo non so dove la Politica che conta ci voglia portare.Allora cosa fare ? anche questo non lo so,ma forse occorre inventarsi alcune cose nuove su fondamenta e detti antichi come ad esempio : FORZA CORAGGIO,ovvero la forza di rompere anche con chi ci ha eletto se che ci ha favorito non fa piu' gli interessi della Città ed il coarggio di denunciare a chiare lettere cosa sta accadendo senza nasconderlo,come qualcuno lo fa per sport preferito,ad elettori e cittadini.Occoorono,forse,soluzioni nuove e mai pensate,ma alle quali occorre mettere pensieri e mani.Penso che le liste civiche trasversali saranno la salvezza ,nel futuro,delle Città e la salvaguardia del territorio.Già dissi,assieme a qualche amico in tempi non sospetti ,che una unione di intenti di uomini di buona volontà ,forse,poteva dare ossigeno alla Città.Mi sembra che la cosa sia di estrema attualità.Ritengo sia Rondoni che Balzani e molti loro collaboratori che sono dnetro ma anche fuori le regole dei partiti,avere l'intelligenza politica per "salvare";( scusatemi ma è il termine giusto) la Città da politiche di parte ottuse e miranti a"legare il somaro dove vuole il padrone",piu' che a garentire lo sviluppo economico,culturale,sociale e di integrazione della Città..Cerchiamo di essere uomini liberi e propositivi in positivo in pensieri ed azioni e forse otterremo qualcosa di utile per tutti.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -