Forlì, Biondi: "Nessun dorma sulla sanità"

Forlì, Biondi: "Nessun dorma sulla sanità"

FORLI' - Nessun dorma, come recita la famosa romanza di Puccini, anche se a noi viene da chiederci se si dormisse veramente o se in questo caso possa valere il teorema del "non si poteva non sapere". Sembra infatti almeno strano che la Regione, che non aveva approvato il bilancio 2008, potesse non conoscere una situazione che in qualche modo presentava forti criticità e altrettanti limiti dal punto di vista della formalità amministrativa.


L'interrogativo che ci poniamo è quali siano state le ragioni per le quali si è aspettato questo momento. Si è trattato di un normale "lassismo" da parte degli organi preposti ai controlli oppure di un disegno che in qualche modo si proponeva di esporre al pubblico ludibrio la Sanità forlivese?  Noi non ci appassioniamo alla soluzione di questo rebus, almeno non in questa fase, nella quale riteniamo si debba sentire alta la voce della politica.


Su due aspetti fondamentali: il primo relativo alla chiarezza che si dovrà fare sulle eventuali responsabilità, siano esse di carattere amministrativo o di carattere penale, sarà compito della Magistratura, ma anche degli organi politici "Conferenza dei Sindaci e Regione"; il secondo, quello molto più impegnativo, di ordine politico, spetta alla Conferenza dei Sindaci dettare le linee di indirizzo perché col rigore necessario si pongano le basi per risanare la Sanità forlivese senza correre il rischio di far crollare quelle torri di eccellenza che molti ci invidiano.


Servono quindi competenza e autorevolezza e una volta tanto anche quella chiarezza di rapporti con la Regione così da interrompere quel circolo negativo che ha visto Forlì interpretare il ruolo di vaso di coccio fra altri di ferro. Tutelare i cittadini significa mantenere fermi gli obiettivi di crescita delle varie eccellenze già presenti nel nostro presidio ospedaliero, se per ragioni politiche ciò non fosse preservato si rischierebbe oltre l'inganno anche la beffa e nessuna forza politica, benché all'opposizione, potrebbe vantare la validità delle proprie ragioni di fronte all'eventuale scadimento della nostra Sanità pubblica.


Lauro Biondi

coordinatore "Alleanza per Forlì e la Romagna"

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -