Forlì: bloccato dopo inseguimento, il 55enne patteggia 10 mesi

Forlì: bloccato dopo inseguimento, il 55enne patteggia 10 mesi

Forlì: bloccato dopo inseguimento, il 55enne patteggia 10 mesi

FORLI' - Dieci mesi di reclusione per il protagonista martedì mattina del folle inseguimento per le vie di Forlì. Il cinquantenne di Galeata, M.B., difeso dall'avvocato Francesca Versari, ha deciso di patteggiare, usufruendo così del beneficio previsto dalla legge. Il giudice ha poi disposto la scarcerazione. Nell'occasione una vigilessa è rimasta lievemente ferita, mentre una pattuglia della Polizia Municipale ha riportato alcuni danni dopo esser stato speronato.

 

>LE IMMAGINI DELL'INSEGUIMENTO

 

Tutto ha avuto inizio alle 11.30 quando una pattuglia dei Vigili di Quartiere, impegnata in alcuni controlli in Via Corbari, ha verificato che su un autocarro, un "Fiat Ducato",  lasciato in sosta vietata, si trovava esposto nel parabrezza un contrassegno assicurativo che pareva alterato. Al proprietario,  che nel frattempo era arrivato, è stato subito chiesto di esibire la documentazione assicurativa per le verifiche di regolarità. Ma l'uomo, appena consegnati due contrassegni assicurativi, entrambi alterati nella data di scadenza, è salito a bordo del mezzo e si dava alla fuga.

 

Subito è stata allertata un'altra pattuglia che si trovava nei pressi con l'unità ufficio mobile che, avendolo individuato in via Cecere, si è posta all'inseguimento azionando i dispositivi di emergenza. L'inseguimento si è svolto nel reticolo di strade del quartiere, venendo percorsi più volte senza che il conducente dell'autocarro accennasse ad arrestarsi e rischiando più volte la collisione con il veicolo della pattuglia. In Via Angeloni l'autocarro è stato costretto a fermarsi, venendo così affiancato dai vigili. Un agente è riuscito ad aprire la portiera del furgone, invitando il conducente a scendere.

 

Ma questi è ripartito repentinamente trascinando l'agente per circa 10 metri, rischiando di travolgerla. Così è ripartito l'inseguimento che è proseguito lungo Viale Risorgimento, Viale dell'Appennino e Via Monda, Via Malguaia, durante il quale più volte il conducente dell'autocarro ha cercato di mandare fuori strada il mezzo del comando di corso della Repubblica ogni volta che questo si affiancava, danneggiandolo.

 

Giunti in Via Le Selve, finalmente gli agenti hanno bloccato l'autocarro, facendo con non poca fatica a far scendere il conducente fortemente avvinghiato al volante. L'uomo, oltre all'arresto, è stato denunciato per la falsificazione del contrassegno assicurativo e per le innumerevoli violazioni commesse nella fase dell'inseguimento.

 

Il veicolo è risultato sottoposto a fermo amministrativo e pertanto non poteva circolare, ma evidentemente era stato alterato anche il contachilometri che segnava ancora il chilometraggio indicato nel precedente verbale di fermo. La consapevolezza di circolare con veicolo sottoposto a fermo, unitamente all'assicurazione alterata, devono aver scatenato il grave comportamento del 55enne.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -