Forlì, buco di trasparenza per gli assessori. Ma la metà della giunta comunica subito il reddito

Forlì, buco di trasparenza per gli assessori. Ma la metà della giunta comunica subito il reddito

Paolo Rava è il primo a dare il dato sui redditi 2008

FORLI' - "I dati dei redditi? Non ce li hanno nemmeno chiesti": è il coro degli assessori di Forlì. Nei dati diffusi sui redditi dei vertici del palazzo comunale, l'unico buco di trasparenza è proprio sui componenti della giunta comunale: ci sono i redditi di sindaco, vice-sindaco, di 40 consiglieri comunali e di 29 dirigenti che sovrintendono alla macchina comunale. Perché gli assessori no? I diretti interessati cadono dalle nuvole, a quanto pare un'interpretazione piuttosto burocratica della norma ha fatto sì che venissero esclusi.

 

Ma a domanda, non hanno problemi a indicare il loro reddito lordo 2008. Il più solerte è stato l'assessore all'Urbanistica Paolo Rava: in dieci minuti, il tempo di una telefonata al suo commercialista è il dato spunta fuori: l'imponibile 2008 ammonta a 66 mila euro (all'epoca non era assessore ,ma insegnante universitario e libero professionista), la seconda a fornire il dato, scartabellando "un 730 2008 che non si trovava" è l'assessore alle Attività economiche Maria Maltoni, con un imponibile di 37.953 euro, derivante dall'attività di quadro della Cna.

 

Per Valentina Ravaioli, la terza a fornire il dato, il calcolo è molto semplice: zero euro, nel 2008 il giovane assessore alle Politiche giovanili era studentessa. Quarta a fornire il reddito (circa un'oretta e mezza per telefonare al marito, con cui fa la dichiarazione congiunta, e reperire il dato che sicuramente non può essere ricordato a memoria) è l'assessore alla Scuola Gabriella Tronconi, che indica un imponibile 2008 di 28.152 euro, proveniente dalla pensione da insegnante. L'assessore all'Ambiente Alberto Bellini va a memoria, in attesa di fornire a breve un dato più certo: sono 40 mila euro circa (è ricercatore e docente universitario).

 

Il vice-sindaco Giancarlo Biserna (Idv) è l'unico ad aver consegnato la situazione reddituale, perché considerato "eletto" e non "nominato dal sindaco": ha un reddito imponibile di 50.955 euro. Assieme al sindaco Balzani, Biserna è l'unico ad aver fornito la dichiarazione, in quanto secondo un'interpretazione del segretario comunale Antonio Ventrella, morto da poche settimane, gli assessori sono "nominati" e non "eletti". Ricordiamo che il sindaco Roberto Balzani (Pd), che è anche consigliere comunale, ha un reddito imponibile di 96.167 euro (il sindaco possiede 4 proprietà immobiliari di cui la maggiore è una di 13 vani e 68.106 azioni della società attiva nella sanità 'Vi.se. Srl').

 

Mercoledì mattina di buon mattino e comunque tempestiva arriva la dichiarazione dell'assessore alla Partecipazione Katia Zattoni con un imponibile 2008 di 25.648 euro. Anche l'assessore al Welfare Davide Drei comunica il suo reddito in meno di 24 ore dalla richiesta: per lui l'imponibile ammonta a 42.448 euro. Mancano all'appello gli assessori Patrick Leech ed Emanuela Briccolani, quest'ultima ha promesso il dato per giovedì.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -