Forlì, busta con un proiettile ad un dirigente della Cisl

Forlì, busta con un proiettile ad un dirigente della Cisl

Forlì, busta con un proiettile ad un dirigente della Cisl

ORLI' - Una busta lanciata oltre le grate della serranda della Cisl in piazza Del Carmine, indirizzata ad uno dei dirigenti del settore edilizia (Filca). Dentro un proiettile calibro 9. E' successo nella mattinata di lunedì 22 novembre prima dell'apertura della sede. Il sindacalista preso di mira segue in particolare i cantieri mobili. La Digos è stata immediatamente allertata e sta indagando sulla faccenda. "Siamo sconcertati", afferma il segretario generale, Antonio Amoroso.

 

"Non abbiamo riscontrato situazioni particolarmente calde che potessero far prevedere un atto intimidatorio di questo tipo - continua Amoroso - come sempre nel settore dell'edilizia si possono riscontrare situazioni irregolari che, o vengono risolte direttamente con gli imprenditori, o, nei casi più gravi, vengono segnalate all'ispettorato del lavoro, ma nessun episodio ci aveva allertato". Tutto nella norma insomma, pochi indizi per la Digos.

 

"Il nostro collega è quotidianamente impegnato nell'attività sindacale nei cantieri edili del territorio, per assistere e tutelare i lavoratori del settore che nell'attuale situazione di crisi, hanno sempre più bisogno di assistenza contrattuale collettiva ed individuale - scrivono Amoroso ed il segretario generale Filca, Vanis Treossi, in una nota - E' ferma intenzione della Segreteria della Filca, sostenuta da tutta la Cisl Forlì - Cesena di proseguire la normale attività, continuando a testimoniare l'impegno che ha sempre contraddistinto la Federazione nel nostro territorio a tutela dei lavoratori. Tutta la Cisl è stretta attorno al nostro dirigente al quale ha espresso la piena ed incondizionata stima ed incoraggiamento".

 

Alla Cisl è pervenuta la solidarietà di Tommaso Montebello, segretario locale dell'Italia dei Valori. Così il vice-sindaco Giancarlo Biserna dello stesso partito: "Condannare il gesto è dir poco, auspichiamo che le indagini possano trovare l' autore o gli autori e operiamo tutti perchè tali preoccupanti fenomeni vengano sempre più isolati". Anche la CGIL, congiuntamente alla FILLEA CGIL di Forlì, condannano l'atto intimidatorio avvenuto lunedì 22 u.s. nei confronti del dirigente sindacale del settore edilizia della Cisl, esprimendo la più viva solidarietà al collega e a tutta l'Organizzazione Sindacale: "La CGIL e la FILLEA CGIL di Forlì condannano l'atto di violenza, ribadendo che essa rimane la prima nemica della democriazia, fondata sul dialogo, sul confronto e sul rispetto reciproco, anche delle diversità". Ferma condanna anche da Casadei, Pagani e Alessandrini, consiglieri regionali Pd.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -