Forlì, bye bye Ryanair. Arriva Wind Jet con 11 nuovi voli

Forlì, bye bye Ryanair. Arriva Wind Jet con 11 nuovi voli

Forlì, bye bye Ryanair. Arriva Wind Jet con 11 nuovi voli

RIMINI - E' ufficiale: Ryanair dice addio a Forlì. Lo ha annunciato il presidente di Seaf, Franco Rusticali, durante la conferenza stampa di Seaf (società di gestione dell'aeroporto di Forlì) in corso di svolgimento al Ttg di Rimini, la più grande fiera dedicata agli operatori turistici internazionali."Ryanair non ha rispettato gli accordi e il rapporto con loro è sciolto". Al posto della compagnia irlandese sarà la WindJet a potenziare la propria presenza sullo scalo forlivese.

 

> IL DETTAGLIO DEI NUOVI VOLI WIND JET

 

Parlando di fronte ad una platea composta da giornalisti del settore turistico presenti da tutta Italia, operatori e ‘buyer', la compagnia aerea siciliana ha annunciato i collegamenti aerei che gestirà da Forlì, dove a partire da aprile 2009 verrà insediata la sua terza base (dopo Catania e Palermo) che significherà il posizionamento di un aereo ‘di stanza' al Ridolfi, a cui se ne aggiungeranno altri due nei prossimi cinque anni.

 

Le destinazioni.  San Pietroburgo, Mosca, Samara, Bucarest, Zante, Palermo e Catania erano i voli già presenti a Forlì. Vi si aggiungeranno Olbia, Cagliari, Bruxelles, Amsterdam, Cracovia, Timisoara (Romania), Praga, Barcellona, Parigi, Berlino e Riga. Complessivamente è previsto che nel 2009 verranno portati su Forlì 950mila passeggeri. Tutti i voli saranno in coincidenza con Catania e Palermo, con l'obiettivo di fare di Forlì un "hub dell'adriatico".

 

L'addio a Ryanair. L'ex sindaco di Forlì, Franco Rusticali, spiega così la vicenda Ryanair. "E' stato un rapporto molto tormentato - ammette - che ha visto la nostra controparte fare proposte assolutamente improponibili, mentre le nostre ragionevoli contropoposte sono state sempre respinte. Inoltre a Bologna è stata annunciata una base che gestirà anche voli nazionali...". Comunque Rusticali ci tiene a precisare che "E' stata Ryanair a voler rompere il rapporto, non certo Seaf". In questa prima fase saranno quindi 19 i voli gestiti da Wind Jet.

 

L'accordo. Riguardo all'accordo con Wind Jet Rusticali fa notare che questo "non prevede che essa abbia l'esclusiva del nostro aeroporto, siamo liberi di trattare con altre compagnie a patto che non ci sia una concorrenzialità sulle rotte che già Wind Jet gestisce sul nostro aeroporto"

 

Nessun ‘contributo'. Il direttore commerciale di Wind Jet, Massimo Polimeni, sempre riguardo all'accordo siglato con Seaf, vuole precisare che "L'aeroporto di Forlì non dà soldi a Wind Jet, ma investe assieme a noi in promozione e pubblicità sui mercati in cui vuole stimolare la domanda verso il proprio territorio".

 

Insomma nessun ‘contributo' o ‘incentivo' (come secondo alcuni avveniva con Ryanair), ma investimenti che "tutti gli aeroporto dovrebbero sostenere se davvero ci tengono a fare bene il proprio lavoro".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Marco Di Maio

Commenti (17)

  • Avatar anonimo di carlo
    carlo

    Ciao mi chiamo Carlo , purtroppo ieri 28 11 08 avevo prenotato un volo da Milano a Palermo, ma questo volo e rimasto un mistero (parlo della compagnia wind jet) 9 ore 150 persone bloccati a linate e nessuno dico nessuno sapeva dirci qualcosa c'era gente disabile che piangevano un cosa da non credere, io per la prima volta mi son vergognato di essere ITALIANO non sono riusciti a farci partire , io personalmente vorrei il proprietario di questa compagnia e farlo aspettare per 9 ore su di una sedia a rotelle senza assistenza, vergognatevi, e adesso per avere il rimborso sarà un'avventura di sicuro cio e buon volo

  • Avatar anonimo di d_a_v_i_d_e
    d_a_v_i_d_e

    Carissima Mariangela, te la sei proprio cercata! Lo sapevi che andando ad Urbino avresti avuto grossi problemi di trasporto! Non oso pensare a quanto spendi per i tuoi studi... Non so in base a quali criteri le compagnie scelgano gli orari, ma avranno i loro motivi; non pensi però che siano i trasporti locali a doversi adeguare agli aeroporti e non il contrario? Non credo che raccogliendo 4 firme possa cambiare qualcosa. Perchè di questo non si occupa l'università, visto che come dici per il 70% siete siciliani? Oppure vi hanno a cuore solo quando dovetre pagare le tasse?! Minacciate di trasferirvi in blocco, coi tempi che corrono forse gli conviene fare un pulman, visto che Urbino è un po' fuori mano - per usare un eufemismo - Chiedete anche alle signore regioni Marche ed Emilia-Bolagna ..ops Romagna che dovrebbero occuparsi dei treni che invece sono a dir poco indecenti. Hai la mia massima solidarietà -anch'io sono studente universitario, ma almeno da FO a BO c'è un treno ogni mezzora, non guardo neanche gli orari - Per quanto riguarda la guerra tra gli aeroporti, spero che Forlì sopravviva alla morsa degli stimatssimii amici bolognesi e riminesi- persone che come i vertici SEAB e quel Maggioli si distinguono assai anche nell'altruismo. Bologna può diventare il N°1 dei low cost italiani, anche se mi sembra un segnale del declino della città -scippare voli a Forlì, Pisa o Bergamo anzichè competere con le città medio-grandi - ma si sono messi in una brutta pesca. Vi immaginate se Ryanair dovesse fallire, dopo che le altre compagnie se ne saranno andate dal Marconi. Non è da escludere che il Governo dopo avere salvato a fior di quattrini Alitalia - in fallimento grazie ai low cost- possa fare qualche provvedimento ostile. D'altronde se il Ridolfi faliirà tornerà ad essere una pista da aeroclub come era quando ero piccolo, ma il Marconi cosa diventa, una nuova Ikea?

  • Avatar anonimo di Stefano - Forlì
    Stefano - Forlì

    ... Mariangela bisogna però integrare il sistema di trasporti della città di Forlì, cioè verso le località dell'adriatico e verso il circondario. Ad esempio come è possibile che in una città Cap.di Provincia con 116.000 abitanti Trenitalia non preveda neanche una fermata di EuroStar. Come è possibile che per recarsi a Cervia ci sia solo una strada pessima e trafficata come la Cervese. Come è possibile che per andare a Cesenatico non ci sia una strada decente.Come è possibile che praticamente non esistono collegamenti efficienti fra l'aeroporto di Forlì e Ravenna. Come è possibile che da anni si parli della via Emilia bis e non si concretizza mai niente,infatti per andare da Cesena ad Imola(passando da Forlì e Faenza senza la A-14) ci vuole almeno 1 ora. Come è possibile che tutte le città dell'Emilia hanno le tangenziali da anni e in romagna le stanno facendo solo adesso....Non sarà forse in regione a Bologna fanno solo i comodi e gli interessi dei bolognesi??? Caxxo è ra che noi romagnoli ci svegliamo, ci inkazziamo e ci facciamo sentire!!! i

  • Avatar anonimo di Stefano - Forlì
    Stefano - Forlì

    Credo che la soluzione WIND JET sia un ottima scelta per l'aeroporto di Forlì. Finalmente una compagnia aerea seria che ha dei progetti e delle strategie lungimiranti. Non come Ryan Air che giocava sulle divisioni fra le città della regione per fare esclusivamente i propri interessi. A questo punto come dice anche M

  • Avatar anonimo di palermo-urbino
    palermo-urbino

    Salve,volevo evidenziare il disagio causato dalla Wind jet nei confronti degli studenti siciliani che frequentano l'universita' du Urbino. Come ben sapete,Urbino e' collegata malissimo e per arrivare a forli' ci si impiega almeno 4 ore tra i vari cambi(autobus-treno-taxi) e le varie coincidenze...per non mettere pure i ritardi di trenitalia. Wind jet ha messo i voli per Palermo alle 8,55 del mattino,orario impossibili per noi studenti che veniamo da Urbino(non ce la facciamo nemmeno se prendiamo il primo autobus che parte da Urbino. Gli orari della Ryanair sembravano perfetti ma purt cosi' ci tocca affittare una stanza e andare li' il giorno primi x essere in tempo x il volo. Per poi non parlare dei prezzi di una compagnia low cost(che spesso sono + elevati di una compagnia di baniera). Quindi kiedo: 1.Cercate di mettere orari + decenti in modo tale da poter dare opportunita' a tutti di prendere il volo( visto ke il 70 % degli studenti universitari di Urbino sono siciliani); 2.Applicare dei costi contenuti per i voli che spesso conviene partire per l'Europa che ritornare al proprio paese. Nella speranza che qualcosa cambiera'...ed io intanto faro' una raccolta firme(xke tutti non siamo daccordo e soprattutto impossibilitati)...porgo cordiali saluti, Mariangela from Urbino

  • Avatar anonimo di Matteo1
    Matteo1

    Beh, se così sarà voglio vedere chi sarà quel povero turista che da Bologna vorrà andare a Rimini a prendere un altro volo in piena estate con 120km da percorrere,10km di coda in autostrada e 35°! A Forlì magari non torneranno i suddetti voli, ma se li sposteranno da Bologna a Rimini faranno anche presto a chiuderli (o a non aprirli addirittura...)

  • Avatar anonimo di pisa
    pisa

    Caro Matteo, cosa vuoi che facciano?? Mi sembra te l'abbia detto tra le righe il riminese Maggioli mi pare presidente confcommercio. Non faranno nient'altro che trasferire i voli da Bologna a Rimini. Ai rivieraschi non pare vero è una vita che ci provano. A questo punto quello che succederà lo staremo a vedere. L'unico appello che mi sento di fare è chiedere ai nostri politici, almeno una volta, di far quadrato e di smetterla di litigare. Quindi cari Signori Rusticali, Pini, Minutillo, Nervegna e compagnia bella date una prova di serietà per il bene della città. Andrea Forlì.

  • Avatar anonimo di Matteo1
    Matteo1

    Intanto Bologna è quasi al limite delle sue capacità operative e altre piste non ne può costruire, poi ora ci aggiunge una caterva di voli Ryanair per non ristagnare con il numero di passeggeri!!! Voglio proprio vedere cosa faranno quando non sapranno più dove far atterrare gli aerei! è solo questione di tempo...

  • Avatar anonimo di arnaldo
    arnaldo

    Evidentemente, molti in buona fede non conoscono i retroscena della questione Ryanair. SE ne vanno perchè , giustamente il pres, Rusticali aveva preteso nel contratto di impegno per la base ecc. unA SERIE DI PENALI A GARANZIA DEL NOSTRO AEROPORTO. Questi che sono abituati a ricattare e fare il doppio gioco, ovviamente hanno trovato una serie di scuse e... se ne andranno . Vorei vedere cosa Bologna ha promesso , cosa a firmato, cosa gli costerà. Iln problema dei voli Low-cost sarà e causerà nei prossimi anni una situazione modello crisi finanziaria che stiamo vivendo in questi giorni. meglio ripartire con serietà, con la politica dello sviluppo modello cicala. Certo che il campanilismo dei romagnoli non aiuterà acostruire un obbiettivo comune di interesse territoriale almeno romagnolo.. politici svegliatevi, sindaci una visione un p' più alta.. Sindaco masini perchè non ufficializzi un tavolo istituzionale con gli altri .. cosiì capiamo chi ci sta'.. Ma forse questo e chiedere troppo.

  • Avatar anonimo di AndreaB
    AndreaB

    Davide dici bene che senza Ryan Bologna era nella..., ma desso voglio vedere forlì come farà!!! come ho già avuto modo di scrivere, qualche anno fa ho lavorato presso l'aeroporto per il periodo estivo e vi posso assicurare che il Ridolfi lavorava per l'80% grazie ai voli della ryan... Sono d'accordo sulla scelta fatta di puntare su wind jet, perchè alla luce dell'accordo "pacco" per portare questa benedetta base a forlì, i vertici dell'aeroporto hanno barattato tutti i voli. Mi dispiace dirlo ma credo che ryan sia stata, per ora, molto più lungimirante: a bologna hanno finito di costruire la stazione fs di fronte al Marconi (fermata calderara bargellino) e poi con l'apertura dell'alta velocità chi avrà più interesse a partire in aereo da milano o bologna per roma o napoli??? Ora stiamo a vedere le prossime mosse dei nostri amministratori. Mi auguro che l'aeroporto riesca a sopravvivere e soprattutto che diventi un vero volano per l'economia. Andrea

  • Avatar anonimo di d_a_v_i_d_e
    d_a_v_i_d_e

    E' ora di svegliarsi, senza Ryanair Bologna era nella m..... e così non si sono fatti problemi a scipparcela! Sveglia, amministratori ed opposizione, unitevi per il bene della nostra povera città!! Per chi viaggia in aereo non fa molta differenza atterrare a 60 km di distanza, quando risparmi 1 ora nel chek in! E poi è tanto semplice raggiungere l'aeroporto di Bologna, col casino che c'è sempre in tangenziale? A meno che non sei un cittadino bolognese, che è abittuato ad avere tutto sottocasa (università, ospedali, treni, fiere, mostre...) Cmq meglio così, gli irlandesi sono stati vergognosi, speriamo che qualcuno li fermi, non sono affidabili e fanno solo i loro interessi !! Svegliatevi, romagnoli e forlivesi!!

  • Avatar anonimo di Matteo1
    Matteo1

    Ma che chiudere tutto!!! L'aeroporto serve eccome! Bisogna solo saperlo gestire!

  • Avatar anonimo di annibale
    annibale

    Puah che schifo!! L'aeroporto a forli non serve a un tubo. Se il comune vuole sanare le casse chiuda tutto, renda l'area edificabile e la venda ai privati per fare condomini e villette. Soci nel nuovo ente tutti i forlivesi residenti (tanto abbiamo versato per coprire i buchi di bilancio) per riavere il maltolto.

  • Avatar anonimo di mau
    mau

    perfettamente d'accordo, importante fare sistema. ma anche i forlivesi devono imparare a fare blocco compatto. nel senso che le divisioni politiche ora non servono, bisogna remare tutti nella stessa direzione. non solo i partiti, anche l'economia, i cittadini.

  • Avatar anonimo di pisa
    pisa

    sono d'accordo con mau che sia l'esito migliore, però adesso bisogna far quadrato almeno con tutto il resto della provincia. Non possiamo pensare di fare l'area vasta o il decantato SISTEMA (aeroporto forli - interporto cesena - porto ravenna) poi ognuno si fa gli affari suoi. Lo sforzo mi pare ci sia stato adesso diamoci da fare, ma una volta per tutte, tutti insieme. L'aeroporto è un bene ed è un volano per l'economia dell'intera collettività, diamoci una mossa. Andrea Forlì

  • Avatar anonimo di Max Zoli
    Max Zoli

    si, il boicottaggio è sempre molto apprezzato.... diciamo che si accettano eccezioni solo per lavoro....

  • Avatar anonimo di mau
    mau

    è l esito migliore. la mini base per i nazionali pagando una marea di soldi a ryanair era una follia. tanto vale provare la (difficilissima) strada di altre compagnie. il ventaglio di rotte proposte da windjet è molto buono, preoccupa però il fatto che se ne parlerà solo per la stagione estiva. per diversi mesi il ridolfi sarà semi deserto. una idea per tutti i romagnoli: boicottiamo ryan e l'aeroporto di bologna

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -