Forlì, calzaturiero. Merloni: "Provincia in campo per la legalità"

Forlì, calzaturiero. Merloni: "Provincia in campo per la legalità"

FORLI' - Il tema della concorrenza sleale nel settore calzaturiero è stato sollevato dai consiglieri del gruppo della Lega Nord, mediante un'interrogazione. Sulle irregolarità individuate nel corso delle ispezioni nei laboratori e sull'opportunità di farsi promotori di maggior coordinamento tra le forze dell'ordine, ha risposto l'assessore al Lavoro Denis Merloni: "Il settore calzaturiero ha affrontato una crisi molto pesante negli ultimi tempi e la concorrenza sleale è un fenomeno diffuso e pericoloso, dal momento che si saldano interessi diversi".

 

"Da parte sua la Provincia contribuisce alle attività della Camera di Commercio sul rispetto della legalità. Ci sono poi vari livelli di coordinamento di organi con competenze ispettive (la Provincia non ha queste competenze) e la regia degli interventi è della Prefettura".

 

La Provincia, invece, sulla formazione dei soggetti impiegati in questi laboratori, continua Merloni, "è scesa in campo con la messa a disposizione di 50.000 euro per la formazione di imprenditori e dei dipendenti contattati dalla task force, dopo averli indirizzati ai servizi sociali per renderli edotti dei loro diritti e doveri, ma dobbiamo dire che nessuno si è rivolto al nostro sistema della formazione a riguardo. E' un dato da valutare: noi pensavamo che fosse un modo civile per affrontare il problema, ma non possiamo tenere impegnate delle somme per servizi su cui non risultano richiesti". Il consigliere Mauro Lontani (Lega Nord) ha ribadito che "non c'è ancora abbastanza coordinamento, perché queste ditte continuano a lavorare nell'illegalità: non bisogna abbassare la guardia".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -