Forlì, cambia il giovedì anti-smog: blocco del traffico solo nel centro storico

Forlì, cambia il giovedì anti-smog: blocco del traffico solo nel centro storico

Forlì, cambia il giovedì anti-smog: blocco del traffico solo nel centro storico

FORLI' - Cambia profondamente l'impostazione dei giovedì anti-smog nel Comune di Forlì con la sperimentazione di soluzioni mirate ad incentivare l'uso del trasporto pubblico in sostituzione del divieto generalizzato di circolazione attuato negli ultimi anni. Per questo motivo il provvedimento, operativo dal 7 gennaio 2010, non prevede il blocco del traffico nell'intero territorio comunale al giovedì, ma circoscrive le limitazioni solamente ad una zona del Centro Storico.

 

> SCARICA LA CARTINA

 

La decisione è maturata partendo dal concetto che la riduzione del traffico veicolare è praticabile solo promuovendo una diversa cultura di utilizzo del mezzo pubblico.

 

Dal 7 gennaio al 31 marzo 2010, nelle giornate di giovedì dalle ore 8.30 alle 18.30, un'area del centro cittadino sarà interdetta alla circolazione.


Il divieto riguarderà tutti i veicoli (escluse deroghe specifiche previste nell'ordinanza). Non rientrano nell'area soggetta al provvedimento il comparto urbano compreso fra viale Vittorio Veneto, Corso Mazzini, via Cantoni, via Matteucci, via dei Mille e la zona compresa fra via Romanello, Piazza Dante Alighieri, piazza Guido da Montefeltro e via Andrelini. Sono inoltre previsti canali di libera circolazione per raggiungere le aree di sosta che saranno normalmente operative. Unici parcheggi non accessibili in occasione dei "giovedì anti-smog" saranno quelli "Duomo - Piazza Ordelaffi" e di Piazza XX Settembre che, nella circostanza, ospiteranno eventi. Per assicurare il rispetto della limitazione nei punti strategici saranno organizzati presidi di controllo.

 

L'altro elemento centrale del progetto è rappresentato dalle iniziative propositive che sono state individuate al termine di un percorso di confronto fra Amministrazione, Associazioni di categoria e sindacali.

 

Per garantire la fruibilità del centro storico e con la prospettiva di sensibilizzare i cittadini all'uso del trasporto pubblico (soprattutto in relazione alle opportunità offerte dai parcheggi scambiatori), nelle giornate di giovedì sarà attivato un servizio di navetta-bus gratuito.


Passando per piazza Saffi, la tratta interessata collegherà la stazione ferroviaria (vicino alla quale insistono diversi parcheggi ai quali si aggiungerà quello di imminente apertura nell'area ex Bartoletti) a piazza Guido da Monteletro che, a breve, vedrà l'attuale potenziale di sosta arricchirsi notevolmente grazie ai nuovi 400 posti dell'area compresa fra Viale Salinatore e il Parco Urbano, con collegamento protetto attraverso via Oreste Casaglia.


In occasione dei "Giovedì anti-smog" verranno organizzate iniziative di animazione con l'obiettivo di attirare attenzione e persone nell'area vincolata mentre grazie all'avvio di un servizio "car sharing" sarà attivata, per la prima volta, una iniziativa di carattere sperimentale, innovativa per Forlì sia per la tipologia dei veicoli utilizzati a propulsione elettrica, che per le modalità di gestione organizzativa. Ultimo tassello della programmazione è la campagna informativa mirata a promuovere l'uso del trasporto pubblico con particolare attenzione ai lavoratori, agli studenti e alle opportunità offerte dall'utilizzo di parcheggi scambiatori.

Commenti (6)

  • Avatar anonimo di Beatrice
    Beatrice

    Ridicole le "iniziative di animazione" il giovedì: la gente lavora, i bambini sono a scuola. Altro spreco di soldi in nome dell'ipocrisia del "politically correct".

  • Avatar anonimo di Pablito
    Pablito

    Il trenino che piace tanto ai bambini e che collega la piazza al parco urbano sarà attivo? No xké lo si potrebbe rendere gratuito e fruibile a tutti. Visto ke oltre tutto,cm citato nell'articolo,c'è la realizzazione di 400 posti auto tra viale salinatore ed il parco urbano. Nn credo ke l'idea di un trenino giocosa dispiaccia.Ai bambini per niente,ed a quelli che per un giorno vogliono tornare ad esserlo neanche. In +,se non ricordo male, nel '94-'96 l'atr nel periodo di dicembre sotto le feste rendeva gratuito l'uso dei mezzi pubblici.Iniziativa che,a mia memoria riscuoteva molto successo. (visto ke nn tutti abitano dalle parti del parcheggio del parco urbano...)

  • Avatar anonimo di matteol
    matteol

    Ma guardando la cartina a me par di capire che Corso Garibaldi rimarra' aperto fino all'incrocio prima di P.zza del Duomo, quindi non rimarra' chiuso. Mi sbaglio? :-?

  • Avatar anonimo di Luigi Filippo
    Luigi Filippo

    l'abuso dell'iper era di 7.000 mq. e non di 20.000 mq....detto questo rimane evidente la responsabilità della precedente amministrazione che sapeva perfettamente dell'abuso, ma guarda caso sono stati i verdi a denunciare l'abuso stesso e da allora sono iniziati i malumori all'interno della maggioranza con relative dimissioni... comunque condivido il fatto che ci sia molta incoerenza in materia di ecologia...il blocco del traffico del giovedì non serve a nulla...

  • Avatar anonimo di signorG
    signorG

    piuttosto che la chiusura totale di una città che non ha assolutamente senso questa idea è sicuramente migliore... ho comunque alcune perplessità: per esempio, corso garibaldi è completamente chiuso nonostante ormai i negozi si fermino a piazza del duomo... così si crea unicamente disagio per i residenti perchè certamente non è molto trafficato. per incentivare l'utilizzo del mezzo pubblico questo dev'essere efficiente e finora non lo è mai stato. che senso ha tutta questa ecologia (compresa la scelta dell'albero di natale) se si consente di sprecare quintalate di energia per tenere in piedi una pista di pattinaggio su ghiaccio (peraltro coperta quindi con luci sempre accese) o se si occupano abusivamente 20.000 metriquadrati di territorio per costruire l'iper? un po' più di coerenza non guasterebbe...

  • Avatar anonimo di kelevra
    kelevra

    Non male...

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -