Forlì, camion travolge 44enne in bici in viale Bolognesi: è l'ennesimo morto sulle strade

Forlì, camion travolge 44enne in bici in viale Bolognesi: è l'ennesimo morto sulle strade

Forlì, camion travolge 44enne in bici in viale Bolognesi: è l'ennesimo morto sulle strade

FORLI' - Ennesimo incidente nelle strade della Romagna, e come spesso accade a farne le spese è un ciclista. Una forlivese di 44 anni, D.C. le sue iniziali, è rimasta uccisa dopo essere stata travolta da un camion a Forlì in viale Bolognesi, all'altezza dell'incrocio con via Focaccia. L'incidente è avvenuto alle 14.30 circa. Per la donna non c'è stato nulla da fare. Sul posto sono intervenuti i sanitari del ‘118' che non hanno potuto fare altro che constatare il decesso.

 

LE DRAMMATICHE IMMAGINI DELL'INCIDENTE (di Cristiano Frasca)

 

La dinamica del sinistra è al vaglio della Polizia Stradale. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, la donna - in sella ad una bici elettrica - stava percorrendo la via Focaccia in direzione di viale Bolognesi. Non è chiaro se volesse proseguire dritto o svoltare a destra. La donna è stata travolta dalla betoniera che stava procedendo con la stessa direzione e che stava svoltando a destra. La bici è finita sotto le ruote laterali destra, mentre la 44enne tra le ruote ed i differenziali del mezzo.

 

L'impatto non ha lasciato scampo alla donna, che è deceduta sul colpo. Resta da chiarire come la ciclista sia stata travolta. Non è stato ancora appurato se il camionista si sia ravveduto di aver ‘agganciato' la bici, investendo quindi la signora. Sul posto sono intervenuti anche gli agenti della Polizia Municipale.


Commenti (14)

  • Avatar anonimo di germano pestelli
    germano pestelli

    @pasta. si fanno piste ciclabili serie,non si mandano tir e betoniere,se non in via eccezionale,in strade strette e si fa qualche senso unico in piu',si controllano meglio i parcheggi selvaggi (ce ne sono in via Roma di fronte ad un frequentato bar molti ogni giorno),si emttono semofori a velocità oppure dissuassori di velocità vicino ai passaggi pedonali nelle strade a maggior traffico,fare parcheggi sotterranei per evitare l'intasamento in superficie..Non mi sembrano cose difficili da fare,era forse molto piu' difficile abbattere gli alberi della cervese e dela bidentina,ma qualcuno lo fece,anche su mia pubblica segnalazione dopo 2 gravi incidenti (vi ricordate l'abero finito su una macchina a Pievequinta durante un temporale ?),il dovere civico non è legato al lavoro che uno fa ma dovrebbe essere un obbligo per tutti,cittadini ed amministratori.

  • Avatar anonimo di pagnoncelli
    pagnoncelli

    Innanzi tutto condoglianze alla famiglia della vittima. Purtroppo quando si guidano certi mezzi bisognerebbe avere cento occhi e forse non basterebbero. Viale Bolognesi poi porta un grande traffico e spesso dalle stradine come la via focaccia, non è facile avere buona visuale per svoltare perchè molto spesso le macchine sono parcheggiate in prossimità dell'incrocio infischiandosene delle regole del codice della strada. I problemi sono tanti e sono legati secondo me ad una pessima progettazione urbanistica (non solo di forlì;) ed un traffico cresciuto esponenziamente (ad aggiungersi a ciò gli eventi temporanei che possono capitare come il cantiere dove presumo si stava recando la betoniera per consegnare il suo carico) e al'incuria dei tanti che non rispettano le regole vuoi per fretta o per menefreghismo

  • Avatar anonimo di AUI
    AUI

    A proposito di piste ciclabili, io rivolgo un invito a tutti, polizia municipale in primis: passate alle 8 di mattina di un giorno feriale in via Ravegnana e guardate la ciclabile su entrambi i lati, all'altezza dei bar Euro e Paila. Auto e furgoni di persone "impegnate" nel rito della prima colazione hanno DA ANNI eletto a parcheggio la ciclabile, di fatto impraticabile. Ma il senso civico, 'sta gente dove lo lascia al mattino? E dove sono i vigili (MAI visti!) Possiamo fare piste ciclabili a margine di ogni strada della città: l'effetto, con questa educazione, sarà solo quello di avere aumentato i parcheggi. Con buona pace dei cliclisti...

  • Avatar anonimo di oOoOoOoOo
    oOoOoOoOo

    dispiace per la tragedia, l'unica cosa che si forse si può dire, dato che davanti a ciò son ben poche le cose che vale la pena dire. l'unica cosa che personalmete mi sento di dire è che alcuni commenti pubblicati sono veramente utopistici altri già più realisti. serve solo molta più attenzione da parte di tutti (pedoni, ciclisti, automobilisti, camionisti,....)quando si gira per strada. Rispettiamoci.

  • Avatar anonimo di pasta
    pasta

    " La viabilità cittadina va messa in sicurezza,non è possibile che Tir,Betoniere,auto e biciclette viaggino sulla stessa carreggiata...." e che si fà ? si mettono le ali ai ciclisti e/o pedoni oppure ai mezzi su ruota ?? mi piace quando persone che fanno tutt'altro lavori parlano come fossero urbanisti o ingegneri.... Faccio la domanda: se a chiunque di voi venissero a espropriare 1/2 giardino per fare una ciclabile in più, che direste ?? Via,.... dispiace a tutti quando succede una tragedia come un morto investito, ma rimaniamo seri per favore

  • Avatar anonimo di pasta
    pasta

    x R_I_C_K_ .......poi per realizzare i vari lavori il cemento lo facciamo con il badile sul ciglio del marciapiedi.... e pure tutte le merci varie le portiamo nel cestino della bici Io giro esclusivamente in bici, ma solo a pensarle stè minkiate...

  • Avatar anonimo di mtvaccari
    mtvaccari

    @tytus è altrettanto vero che spesso e volentieri le auto occupano le piste ciclabili e i marciapiedi come se fossero parcheggi riservati costringendo le biciclette e i pedoni ad andare contro mano (vedi corso Diaz davanti al teatro) o per strada (vedi Via Dell'Appennino) Ci vorrebbe più rispetto e correttezza da parte di tutti, pedoni, ciclisti, automobilisti e camionisti Con la non trascurabile differenza che pedoni e ciclisti sono 1000 volte più vulnerabili e che tutte le nostre città sono pensate a misura d'auto e non a misura d'uomo

  • Avatar anonimo di germano pestelli
    germano pestelli

    Da anni mi batto personalemnte perchè le vie cittadine ed extra siano piu' sicure per tutti.D'accordo che la prudenza e l'attenzione devono essere la prima cosa che si deve avere quando si gira per la strada,ma un margine di sicurezza "istituzionale" deve essereci,Ricordate le battaglie per gli alberi ormai non piu' biologicamente attivi della cervese? Ricordate anche che l'allora sindaco (era Rusticali) decise di abbatere in pochi giorni sia gli alberi della cervese che quelli della bidentina ,che infatti furono abbattuti solo in territorio forlivese e non in quello di Meldola e Forlimpopoli. La viabilità cittadina va messa in sicurezza,non è possibile che Tir,Betoniere,auto e biciclette viaggino sulla stessa carreggiata.Occoore aumentare i sensi unici soprattutto nelle vie di grande traffico ma anche nelle vie a basso traffico ma con carreggiata stretta.Non so chi queste cose la deve fare,credo la Municipalità......Spero si faccia qualcosa presto ,come ad esempio la messa in sicurezza dei passaggi pedonali in tutte le strade a grande traffico...oppure tra qualche tempo piangeremo altre persone o cureremo disabili.

  • Avatar anonimo di Tytus
    Tytus

    @santasofiese a dire il vero benche le piste ciclabili siano presenti spesso e volentieri vengono evitate per la libera circolazione su strada io lavoro a magliano e li c'è la pista ciclabile che corre lungo la bidentina però... i ciclisti preferiscono la strada.

  • Avatar anonimo di R_I_C_K_
    R_I_C_K_

    basta camion sulle strade!!! restituite la citta a pedoni e ciclisti...ormai non c'è piu rispetto per queste categorie...

  • Avatar anonimo di santasofiese
    santasofiese

    Penso al dolore dei familiari della vittima ... Giovane con ancora metà vita davanti ... Penso a come sarà distrutto il camionista (che stava lavorando) ... Sono due destini che s'incrociano,e a rimetterci sono entrambe le famiglie ... Se andiamo a esaminare l'incidente è evidente che la bicicletta ha superato il camion sulla destra mentre il mezzo stava girando ... Nel 2010 non è possibile che camion,pedoni e biciclette transitino tutti su una stessa strada ...

  • Avatar anonimo di Tytus
    Tytus

    aspetterei la piena ricostruzione dei fatti sarà vero che ciclisti e pedoni sono utenti deboli ma chi fa di professione l'utista bus, corrieri, fattorini, ecc... raramente dormono mentre guidano

  • Avatar anonimo di lux
    lux

    la dinamica come è stata scritta è un pò strana........ di certo essere alla destra di un camion così grande con una bicicletta è una cosa molto pericolosa in quanto se si è fermi a un semaforo o il camion è in marcia lenta e la bici tenta un sorpasso da destra (lo abbiamo fatto e lo facciamo sempre tutti) purtroppo il camion potrebbe non vederti e travolgerti. Cordoglio alla famiglia della vittima.

  • Avatar anonimo di Sandro
    Sandro

    L'amarezza e la rabbia che mi pervade quando leggo sulla stampa l'ennesimo incidente, dove a rimeterci la vita è sempre più spesso l'utente debole (pedone o ciclista) , e chi dovrebbe intervenire non lo fà o lo fà solamente parzialmente senza ascoltare le urla di dolore e di sofferenza . E' vero i problemi di una città sono tanti e le risorse purtroppo sono poche, ma a volte basta anche il poco, e questo poco è il coraggio di prendere delle decisioni che a volte si scontrano con chi pensa che le strade delle città sono state concepite per il mondo a quattro ruote e non per le persone . Mi stringo forte al dolore e allo sconforto dei famigliari per la triste perdita della loro amata.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -