Forlì, caso Electrolux. Merloni: "Esuberi non sopportabili dal territorio"

Forlì, caso Electrolux. Merloni: "Esuberi non sopportabili dal territorio"

FORLI' - L'Amministrazione Provinciale segue con grande interesse le vicende collegate alle prospettive delle aziende del nostro territorio con particolare riferimento a quelle che per dimensione e qualità dei prodotti e dei processi produttivi ne caratterizzano i connotati.

 

E' perciò del tutto ovvio che il percorso avviato dalla ELECTROLUX sia per noi degno della massima attenzione.

 

Allo stato dei fatti e delle informazioni apparse ciò che riteniamo importante e prioritario è l'impegno dell'azienda ad investire una quantità rilevante di risorse per realizzare il prodotto che sarà richiesto in futuro dal mercato europeo.

 

Al di fuori di questo contesto ogni ulteriore ragionamento sarebbe privo di significato e prospettive. Resta tuttavia da chiarire l'insieme della proposta dell'azienda e le eventuali ricadute sull'occupazione.

 

Da parte mia posso fin da ora affermare che le cifra di 300 esuberi, apparsa sugli organi di informazione locali, quale conseguenza dei volumi produttivi previsti, non sarebbe sopportabile per il nostro territorio.

Le Organizzazioni Sindacali e l'azienda hanno una lunga e consolidata tradizione di relazioni sindacali che ha permesso di gestire altre importanti fasi di riorganizzazione della produzione ed è normale ritenere che ciò avverrà anche in questa occasione.

 

Da parte nostra ci sentiamo impegnati a favorire l'utilizzo di tutti gli strumenti messi a disposizione dalle norme e dai contratti vigenti per gestire l'insieme degli interventi che verranno previsti in via pattizia.

 

Qualora fosse ritenuto necessario il nostro sistema formativo potrà essere attivato per sostenere le azioni ritenute necessarie.

 

Denis Merloni, Assessore Provinciale al Lavoro e alla Formazione professionale

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -