Forlì, caso Tributi Italia, l'assessore: "Minor danno possibile"

Forlì, caso Tributi Italia, l'assessore: "Minor danno possibile"

Forlì, caso Tributi Italia, l'assessore: "Minor danno possibile"

FORLI' - La vertenza in corso con Tributi Italia, con cui è stato rescisso il contratto per la riscossione delle tasse su pubblicità, pubbliche affissioni e occupazione di suolo pubblico , non peserà sul bilancio 2010. Lo precisa l'assessore al Bilancio Emanuela Briccolani: "Il credito risale al 2008 ed ora il Comune con il ‘cash pooling' incassa regolarmente le somme". E sull'inchiesta per danno erariale si limita a rispondere Briccolani: minor danno possibile.

 

 "Quello che sappiamo, lo apprendiamo dai giornali: quest'amministrazione ha ereditato il problema e ha continuato il lavoro impostato dalla giunta precedente". Per Briccolani, tuttavia, "il contratto è stato tenuto in essere  fino alla decisione di rescinderlo in una logica di minor danno possibile", dato che "da luglio abbiamo recuperato somme che non sarebbero state incassate se il contratto fosse stato rescisso subito".

 

Il Comune conta ancora di incassare gli 1,8 milioni di premio assicurativo che copriva il contratto con Gestor prima e Tributi Italia dopo. "E' stato opposto il pagamento alla prima richiesta, ma contiamo di ricevere quei soldi con l'apertura di un contenzioso", aggiungono in Comune. Infine, sulle responsabilità di mancata comunicazione alla Corte dei Conti, che valutando di aprire un'inchiesta si limita a dire Briccolani, "Se ci saranno, saranno comunque relative ai precedenti amministratori".

Commenti (5)

  • Avatar anonimo di J. Dorian
    J. Dorian

    Ok, Attila. Ma la verifica non dovrebbe essere parte del controllo ? Un po' superficialmente la vedo così: Uno è scappato coi soldi. Chi è responsabile ? 1) Chi è scappato coi soldi 2) Chi doveva controllare che non scappasse coi soldi 3) Chi lo ha nominato custode dei soldi. 4) tutte i numeri precedenti o solo alcuni di essi ... Ma io non ho capito, poi. L'ammanco è CERTO o no ? Dagli articoli sembra di sì, ma da alcuni interventi no.

  • Avatar anonimo di ATTILA
    ATTILA

    P.S. letto= aspetto (scusate) 3 riga

  • Avatar anonimo di ATTILA
    ATTILA

    .. Come sempre verifico da parte di tutti una superficialità e pressapochismo sconcertante. Vorrei far presente che la legge Bassanini divide letto amministrativo, tra indirizzo e controllo e la gestione. Bisogna conoscere gli atti e verificare le iniziative che l'amministrazione ha intrapreso per il caso in parola.La questione è una società che aveva vinto un una gestione di servizi, che aveva degli obblighi di incassare e trattenersi solo l'aggio per il lavoro e riversare le somme alle casse comunali con reole previste. La verifica essendo gestionale spetta alla gestione,e da quelllo che ho capito la corte dei conti vuole capire se l'amministrazione(funzionari e dirigenti) ha compiuto gli atti .Mi risulta di si.

  • Avatar anonimo di vico
    vico

    "Infine, sulle responsabilità di mancata comunicazione alla Corte dei Conti, che STA valutando di aprire un'inchiesta si limita a dire Briccolani, "Se ci saranno, saranno comunque relative ai precedenti amministratori". Probabilmente manca uno STA, ma se così STANNO le cose aspetterei che si facesse un po' di chiarezza prima di dire se ci siano stati errori o omissioni...

  • Avatar anonimo di LiberaMente
    LiberaMente

    Ma come no, la colpa è dell'amministrazione precedente, noi non li conosciamo nemmeno... mai visti prima. Peccato però che la Corte avesse chiesto i conti in sospeso con Gestor a tutte le amministrazioni a inizio 2009, e l'attuale amministrazione si è insediata a metà 2009, non a dicembre. La notizia, per linkare un giornale amico dell'area politica di questi dirigenti (forse a loro era sfuggita, presi dalla campagna elettorale), si trovava anche qui https://bologna.repubblica.it/dettaglio/la-corte-stanga-gestor-multa-da-milioni/1586585 La pubblicò anche l'Unità, ma forse nel PD non leggono più questi giornali. Io sono stufo di pagare obbligatoriamente soldi a persone che li spendono male e si fanno scaricabarile tra Roma (destra) e Forlì (sinistra), tra Forlì (sinstra) e Roma (destra) o ora anche tra Forlì (sinistra) e Forlì (sinistra). Non sono mai sazi?

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -