Forlì, centro storico. L'Idv: "Via i parcheggi da corso della Repubblica"

Forlì, centro storico. L'Idv: "Via i parcheggi da corso della Repubblica"

Forlì, centro storico. L'Idv: "Via i parcheggi da corso della Repubblica"

FORLI' - L'Italia dei Valori promuove il piano del centro storico, con qualche distinguo: "Non nascondiamo che ci sarebbe piaciuto un po' più di coraggio, allargando la ztl per trasformare Corso della repubblica sul modello di via delle Torri e corso Garibaldi. Il taglio deciso è comunque condivisibile in quanto si vuole raggiungere lo stesso obiettivo con una battaglia culturale e senza imposizioni", spiega una nota.

 

E ancora: "Andando nella direzione di allontanare le auto dal centro storico chiediamo che vengano eliminati tutti i parcheggi lungo corso della Repubblica, concedendo agli esercizi maggiore spazio per installare Dehor, come nel tratto di corso in prossimità di piazza Saffì. Sentiamo inoltre la necessità di inserire all'interno del progetto un capitolo dedicato all'accessibilità del centro storico ed all'abbattimento delle barriere architettoniche. Se Forlì ha l'ambizione di essere una città di stampo europeo deve diventare a misura di disabile. In questo senso c'è ancora della strada da fare, a riprova di questo alcuni cittadini ci hanno infatti segnalato la difficoltà nel trovare un bagno accessibile, visto che attualmente non sembra essercene uno pubblico per disabili nei pressi della piazza".

 

"Esprimiamo il nostro giudizio positivo sul progetto del centro storico, ritenendo che per avere una condivisione vera con la città sia necessario intraprendere un percorso di partecipazione simile a quello seguito per la raccolta differenziata porta a porta. I progetti fondamentali, come l'area del parcheggio di Guido da Montefeltro, ex Universal ed illuminazione, non possono che trovare la nostra più ampia condivisione a livello di indirizzo politico".

 

"Chiediamo però che vengano illustrate in maniera più approfondita le modalità di finanziamento, realizzazione e di collaborazione tra fondazione, privati ed Amministrazione. Per permettere al Consiglio Comunale di esercitare la sua funzione di controllo, auspichiamo quindi venga condiviso il crono-programma di tutti gli interventi, prevedendo una relazione trimestrale da parte della giunta sullo stato di avanzamento dei lavori".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -