Forlì-Cesena, 395mila euro per le strade di montagna

Forlì-Cesena, 395mila euro per le strade di montagna

Forlì-Cesena, 395mila euro per le strade di montagna

FORLI' - La Giunta della Provincia di Forlì-Cesena ha approvato nella seduta di martedì il programma 2010 dei contributi per le opere stradali da realizzare sulle strade comunali dei Comuni montani. I fondi che vengono distribuiti sono finanziamenti della Regione (derivanti dalla Legge regionale 3 del 1999) e per tutto il territorio della provincia di Forlì-Cesena ammontano a 395.000 euro. I contributi sono finalizzati a migliorare la viabilità e la sicurezza

 

I fondi saranno utilizzati per riasfaltature, pubblica illuminazione, consolidamenti di movimenti franosi, nuove costruzioni, barriere stradali e messa in sicurezza.

 

E' stato deliberato di concedere contributi per il seguente elenco di Comuni, elaborato in collaborazione con le Comunità montane del territorio (Appennino Forlivese, Appennino Cesenate, Acquacheta-Romagna Toscana): Santa Sofia (19.049 euro per viale Martini-viale Roma), Dovadola (8.868 euro per strada di Villa Renosa), Predappio (26.792 euro per la strada ‘Vecchielle' di Fiumana), Tredozio (21.273 euro per la strada San Valentino - Santa Maria in Castello), Borghi (69.390 euro per via Ca' di Paolo), Civitella di Romagna (25.411 euro per le strade Mastalsò e Voltre-Seguno), Modigliana (25.468 euro per varie strade comunali), Rocca San Casciano (8.954 euro per varie strade extraurbane), Verghereto (52.220 euro per una nuova strada a Ville di Montecoronaro, primo stralcio), Meldola (41.842 euro per le strade comunali Vernacchia, Montevescovo, Bagnolo, Ribatta, Montevescovo-San Colombano), Portico - San Benedetto (9.434 euro per la strada Poggio San Benedetto), Premilcuore (5.780 euro per la nuova pavimentazione di piazza Garibaldi), Roncofreddo (69.390 euro per via Madonna di Zotto) e Galeata (11.124 euro per strada Pettola).

 

Commenta l'assessore alle Infrastrutture Marino Montesi: "La cifra di 395.000 euro sarà destinata totalmente alla viabilità lungo le strade comunali delle zone montane. Anche queste arterie, infatti, pur secondarie rispetto ai grandi flussi di traffico, sono in cima alle priorità della Provincia per quanto concerne la sicurezza stradale, spesso determinata anche dalle condizioni delle strade".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -