Forlì-Cesena, a lezione di salute col progetto "Prevescuò"

Forlì-Cesena, a lezione di salute col progetto "Prevescuò"

Forlì-Cesena, a lezione di salute col progetto "Prevescuò"

Il Progetto Prevescuò - a lezione di salute nasce con un duplice obiettivo: fare della scuola il luogo privilegiato sul piano della contaminazione culturale alla salute e alla prevenzione e ottimizzare l'opportunità educativa attraverso una progettazione strutturata e integrata per i diversi ordini scolastici.Due sono gli ambiti integrati sui quali si incentra il progetto: SALUTE e ALIMENTAZIONE. Ambiti che muovono dall'assunto che nutrirsi in maniera sana ed equilibrata aiuta a mantenersi in forma e a prevenire le malattie.

 

L'esperienza mira in tal modo a creare un percorso formativo del "benessere" che parte dalle scuole elementari e si sviluppa alle medie inferiori, indirizzandosi (con percorsi tematici personalizzati) tanto agli studenti quanto ai genitori e agli insegnanti.

 

Il Progetto nasce da una proficua collaborazione fra Legacoop e LILT di Forlì-Cesena e IRST di Meldola.

 

La LILT, associazione di volontariato che ha come scopo prioritario la diffusione della cultura della prevenzione, con questo progetto ha modo di intervenire direttamente sugli individui, fin dall'infanzia, attraverso un programma di promozione che, partendo dalla concezione di salute come benessere bio-psico-sociale, persegue l'obiettivo di stimolare nei bambini la capacità di aumentare il controllo sulla loro salute per migliorarla.

 

Da recenti statistiche pubblicate dal Ministero della Salute si evince che 15 ragazzini su 100, in un'età compresa tra i 6 e i 14 anni, sono obesi. Non solo; il 30% dei bambini affetti da questa patologia già soffre di malattie che un tempo colpivano solo gli adulti come ad esempio l'ipertensione e il colesterolo alto.

 

"Consapevoli che far amare frutta e verdura ai bambini, convincerli a dosare dolci e grassi, invogliarli ad apprezzare la varietà dei cibi e abituarli a non eccedere nelle quantità non siano compiti facili, ma siamo anche fermamente convinti si tratti di uno sforzo necessario per far nascere una nuova cultura alimentare e per educarli a volersi bene cominciando dal rispetto del proprio corpo."

 

Prevescuò si rivolge agli studenti delle scuole elementari,medie e superiori della provincia di Forlì-Cesena.

 

Questi sono infatti i principali destinatari ai quali è sempre più importante insegnare il valore di corretti stili di vita. La scuola, agenzia educativa, ma anche fondamentale punto di riferimento all'interno della comunità, diventa un luogo in cui apprendere conoscenze e acquisire valori e comportamenti.

 

Un secondo importante destinatario dell'iniziativa è rappresentato dai genitori che sono coinvolti in incontri formativi grazie ai quali diventeranno partecipi di percorsi comuni.

In tal modo si crea un circuito familiare virtuoso, che ci si augura possa vedere genitori e figli impegnati insieme nell'applicazione di corretti stili di vita e di buone abitudini alimentari, quali prassi quotidiane di vita.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -