Forlì-Cesena, Acer. Oggi l'assemblea dei soci, in agenda il futuro del cda

Forlì-Cesena, Acer. Oggi l'assemblea dei soci, in agenda il futuro del cda

Ellero Morgagni, presidente di Acer Forlì-Cesena-3

FORLI' - Si riunisce lunedì pomeriggio nei locali di via Matteotti a Forlì, l'assemblea dei soci di Acer Forlì-Cesena. Tanti sono i punti all'ordine del giorno, ma quello più atteson e più scottante, che è anche la vera ragione per cui è stata convocata l'assemblea, riguarda i rapporti tra la società e gli enti soci. In particolare al centro dei riflettori le polemiche sugli investimenti finanziari dell'azienda e la richiesta di dimissioni del consiglio d'amministrazione avanzata dal sindaco di Cesena, Paolo Lucchi.

 

Una richiesta che di arrivò al termine della campagna elettorale per le precedenti elezioni amministrative, quando Lucchi reagì la notizia diffusa in anteprima da Luigi Di Placido (capogruppo del Pri a Cesena e all'epoca candidato sindaco della città malatestiana) sulla perdita accusata da Acer di circa 500mila euro per investimenti legati a Lehman Brothers.

 

Da allora tutta l'opposizione di centrodestra si è schierata in primo luogo per convocare quanto prima l'assemblea dei soci e in molti casi anche per le dimissioni del presidente in carica, Ellero Morgagni, il cui mandato scadrebbe nel 2012. Il presidente della Provincnia, Massimo Bulbi, ha quindi accolto la richiesta di convocare l'assemblea dei soci fissato l'incontro per lunedì 26 ottobre. 

Commenti (5)

  • Avatar anonimo di ReArtù
    ReArtù

    Non penso sia tanto da colpevolizzare il presidente ma tutto il sistema. Prima cosa come faceva l'ente a avere una così grande disponibilità di mezzi finanziari considerato che il suo compito è proprio quello di spenderli. Seconda cosa, questi soldi si potevano parcheggiare in strumenti molto meno rischiosi. Sono convinto che Morgagni abbia fatto tutto in buona fede cercando di ricavare il massimo dalla situazione, ciò non lo esime dalla responsabilità politica. E' anche vero che se le vicende finanziarie fossero andate diversamente, non gli sarebbe stato riconosciuto un bel niente.

  • Avatar anonimo di Mordens
    Mordens

    concordo con Michele5555, anche perchè vedo che nei commenti agli articoli solitamente vengono scritte parole che derivano più da pregiudizi che da altro

  • Avatar anonimo di Michele5555
    Michele5555

    Caro Paolone perchè non taci invece di dire cose che ignori ? Conosco Morgagni da circa 30 anni per la comune militanza di partito e , pur non essendo in rapporti stretti con lui, visto che ci conosciamo da cosi tanto tempo so anche cose su di lui che tu non immagini neanche Per esempio so che morgagni ha iniziato a lavorare da bambino e ha fatto per tanti anni l'operaio in fabbrica venendo discriminato perchè faceva attività sindacale e che si è dato alla politica a quasi 50 anni Facendo un calcolo approssimativo della sua età direi che lui lavora da prima che io nascessi e direi che è lultimo a poter essere accusato di vivere a spese dei contribuenti Se si devono spargere calunnie è meglio tacere

  • Avatar anonimo di paolone
    paolone

    Dai, Morgagni, che è la volta buona che ti tocca lavorare anche te...

  • Avatar anonimo di franco9
    franco9

    Voglio sperare che i nuovi sindaci, siano conseguenti rispetto agli impegni presi, Lucchi per Cesena deve rispetttare l'impegno preso con gli elettori a fine maggio, ha delegittimato togliendo, la Sua fiducia il C.d.A..( dopo il caso di perdita finanziaia). Per qanto riguarda Balzani per Forli', essendo sostenitore dei due mandati, ed essendo il Pres. di ACER il Sig. Morgagni in carica dal 1997 (12anni), e quindi oltre ampiamente il principio sancito (è già al terzo mandato) non può non rispettare l'impegno preso con gli elettori. Vediamo se i nostri amministratori sono seri e credibili o... come sempre in politica la parola e gli impegni non si rispettano mai.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -