Forlì-Cesena, adozione cani, arriva il manifesto: "Attenzione ai siti internet"

Forlì-Cesena, adozione cani, arriva il manifesto: "Attenzione ai siti internet"

Forlì-Cesena, adozione cani, arriva il manifesto: "Attenzione ai siti internet"

FORLI' - La disputa sul microchip negato porta ancora strascichi: questa volta arrivano i consigli su come adottare un cane, redatti dall'Ordine dei veterinari di Forlì-Cesena, in collaborazione con le Ausl di Forlì e Cesena. Una locandina affissa negli studi e volantini distribuiti per rendere più sicure le famiglie che vogliono prendere con sé il migliore amico dell'uomo. Viene consigliato di fare attenzione agli annunci 'pietistici' divulgati su internet.

 

Il 'Manifesto per un'adozione consapevole', così lo definisce Davide Rosetti, presidente dell'Ordine, spiega quali sono i rischi e come è consigliabile muoversi nell'adozione di un cane. Dopo la polemica seguita al rifiuto della direttrice del Canile di Forlì, Patrizia Magnani, di apporre il microchip ad un cucciolo di dubbia provenienza, adottato, appunto, on-line, i cittadini vengono sensibilizzati sull'argomento.

 

"Si sta intensificando il fenomeno di adozioni di cani tramite internet o altri canali - si legge, appunto, sul manifesto - Molti di questi animali provengono da zone endemiche per alcune malattie come, ad esempio, la leishmaniosi, trasmissibile anche all'uomo. La maggior parte di questi animali arriva nel nostro territorio senza un serio controllo sanitario, contribuendo alla diffusione di malattia non ancora o scarsamente presenti".

 

I cittadini sono invitati a contattare il proprio veterinario prima di adottare un cane, così da poterne accertare lo stato di salute. Fondamentale anche accertarsi della presenza del microchip e del passaggio di proprietà all'anagrafe canina. Molta attenzione viene richiesta proprio per i siti internet che "distribuiscono cani abbandonati. Non lasciatevi condizionare da messaggi pietistici". Questo l'ultimo consiglio.

 

Chiara Fabbri

Commenti (12)

  • Avatar anonimo di Biagino
    Biagino

    Per Anna Bianca: di "Cicerali" ce ne sono, purtroppo, anche al Nord...

  • Avatar anonimo di Biagino
    Biagino

    Se il Sud non adotta, talvolta "il Nord" fa "adozioni" che non sono veramente tali, ma punto di partenza verso l'ignoto, talvolta verso l'altro mondo. Se mancano le voci per far rispettare le leggi, perchè invece che "voci" (proteste sensate) vengono dati staffette, padrini di volo ecc. ecc.??? Io credo che il giusto aiuto sia diverso dallo spostamento di decine e decine di cani... perchè non risolve nulla! Io penso sarebbe meglio se i soldi venissero usati per sterilizzare, invece che per far partire gli animali!!! Perchè con la stessa somma, si impedirebbe la nascita di decine di animali nel giro di pochi anni, che andranno a riempire sempre quel canile... Quello che credo sia giusto fare e faccio è protestare perchè le cose migliorino, dal Nord al Sud.

  • Avatar anonimo di Morgana
    Morgana

    Io abito al nord e posso assicurare che le leggi non vengono applicate. Posso anche affermare che nei canili rifugio gestiti da associazioni avvengono cose inammissibili: vi sono procedimenti penali in corso con coinvolgimento di numerose persone....... Posso anche affermare che al nord è fiorente un traffico misterioso verso l'estero e che codesto traffico prospera da decenni. Anche al nord esistono canili lager e randagismo e mancate sterilizzazioni e mancate cure per malattie endemiche (filariosi ad esempio che da noi è praticamente inevitabile se i cani non ne sono premuniti per tempo). Non esiste un luogo felice per gli animali ed i loro spostamenti non fanno altro che aumentarne i rischi e le pene.

  • Avatar anonimo di melù
    melù

    Mi fate ridere con queste *** sull'utilizzo dell' aggettivo "pietistico", come se il problema dei maltrattamenti, degli abbandoni, delle mancate sterilizzazioni , fosse una questione dialettica. Plutarco aveva pienamente ragione, ma forse bisognerebbe rendersi conto che è proprio quando il rispetto viene a mancare che si fa largo la pietà. I poveri animali ne farebbero volentieri a meno, ma è proprio grazie ad essa che quando il monito di plutarco viene meno, a volte hanno salva la vita.

  • Avatar anonimo di Anna Bianca
    Anna Bianca

    Io sono di Roma, faccio parte di una Associazione che si occupa di prelevare cani da infami canili, curarli nel corpo e nello spirito, ridargli la fiducia nell'essere "umano" e poi trovare loro adozione, sia nel Lazio che altrove. Questo altrove, sempre, finisce per essere il Nord, perchè il Sud non adotta, non cura, non sterilizza, non ama.I volontari al sud sono pochissimi, alla maggior parte della gente non frega nulla degli animali, se non sono da mangiare o da far ammazzare di lavoro.Le leggi al Sud non vengono rispettate perchè non ci sono abbastanza voci per richiederlo. Per questo il Sud che cerca di alleviare queste sofferenze chiede aiuto.Per questo il resto d'Italia glielo offre, perchè se non si ottiene il rispetto delle Leggi da parte delle Istituzioni, è tutto inutile. Nei rifugi spesso non riescono neanche a sterilizzare perchè NON HANNO UN SOLDO per farlo, e spesso si fanno collette per permettere a qualche animale di partire.Pochi, pochissimi, a fronte di un mare di abbandoni di adulti, femmine gravide, cuccioli. Non si possono e non si potranno mai salvare tutti. Ma chi vede le foto e conosce le situazioni, che voi con freddezza chiamate pietistiche, non puo' non offrire aiuto per quanto possibile.Mi spiace davvero leggere parole cosi' dure su una realta' che conoscete pochissimo, vi voglio dare i numeri del canile di Cicerale, in provincia di Salerno, convenzionato con 98 comuni, i quali pagano 50 euro per accalappiare, 70 euro per smaltire la carcassa, e neanche un euro di mantenimento. Nel 2006 sono entrati 3700 cani. Ne sono morti, tutti di arresto cardiaco e dopo pochissimi giorni dall'entrata, 3600. Il 98%.Tutto questo mentre i controlli delle ASL continuavano ad annunciare che andava tutto benone. Per questo occorre che leggi vengano rispettate, per evitare questo sconcio.Rinnovo il mio invito : alzate la vostra voce per chiedere giustizia e rispetto delle Leggi anche al Sud.

  • Avatar anonimo di Maria52
    Maria52

    Penso che l'unica differenza che esiste tra nord e sud è che al sud, a cominciare dagli stessi comuni non si applicano le Leggi. Non serve la pietà, l'affanno a trasportare animali come pacchi con viaggi allucinanti per loro, serve lottare in loco con lucidità. Infondere la cultura della sterilizzazione, se si portano 100 cuccioli e nel frattempo ne nascono mille che senso ha? Non serve "amore smisurato" e "pietà" gli animali non sanno che farsene di questi sentimenti, queste cose servono solo a gratificare gli "umani. Gli animali hanno bisogno in primis di rispetto, nei loro confronti e nei confronti delle Leggi vigenti!

  • Avatar anonimo di Giulia87
    Giulia87

    Hai perfettamente ragione, r-o-m-a-n-o-!!! Anche il Sud è parte dello stato italiano, quindi le leggi sono le stesse e spetta innanzitutto A CHI E' SUL POSTO farle applicare a chi di dovere!! prima di tutto, quella sulla sterilizzazione che, leggendo alcuni messaggi che circolano in Internet, sembra a volte che non sia applicata nemmeno nei rifugi (anche al Nord!!)... Anche al Nord abbiamo Amministrazioni e Asl indifferenti, che non rispettano le leggi... il discorso, se fatto, dev'essere fatto GLOBALE perchè le leggi sono uniche e anche i diritti degli animali sono gli stessi!! Spostare i cani, trasferirli al Nord (Italia e/o Europa) NON PUO' essere la soluzione!!!!

  • Avatar anonimo di r-o-m-a-n-o-
    r-o-m-a-n-o-

    Anna Bianca, non so se tu sia o meno del Sud Italia, ma posso sicuramente farti notare come questo comportamento pietistico non abbi mai risolto il dramma del randagismo ma lo abbia solo riprodotto e spalmato sul territorio nazionale, e non solo! Non credo che il Sud abbia bisogno di veterinari del Centro e del Nord per chiedere alle istituzioni di applicare le leggi vigenti---lo posso fare benissimo loro direttamente. Aggiungo che, anche le singole persone, possono far sterilizzare gli animali invece di spendere denaro in voli aerei, in viaggi in autostrada con staffette varie, in pagamento di pensioni e di stalli...pensateci e provvedete non con il pietismo ma con un realismo attivo!

  • Avatar anonimo di Anna Bianca
    Anna Bianca

    Mi auguro che anche per le adozioni sul territorio possano valere le stesse istruzioni.... Purtroppo, la situazione drammatica dei cani del Sud porta a degli appelli pietistici che rispecchiano molto spesso solo la realtà ! Per chi vive in altre aree d'Italia, sembra inconcepibile, eppure, dal Lazio in giu', c'è l'abisso. I volontari del Sudcercano di fare il possibile per salvare qualche povero cane o gatto da morte sicura, a volte ritrovandolo gia' in condizioni pietose, e mi sembra crudele voler instillare paure eccessive in possibili adottanti. Se al Sud cì+ la Leishmania - ma quella c'è ovunue, in ogni caso - al Nord c'è la FILARIA, e padroni accorti devono vigilare su entrambe le malattie ovunque ! Accogliere un cane del Sud significa comunque fare un gesto di solidarieta' verso i pochi volontari che ogni giorno impegnano il loro tempo, il loro cuore, e pure i loro soldi per cercare di contenere un massacro incredibile, ed inaudito. Propongo sia alla giornalista che all'Ordine dei Veterinari di farsi portavoce di proteste nei confronti delle Istituzioni del Sud, latitanti, ignave, inerti, indifferenti, che violano tutte le Leggi in materia di abbandono, randagismo, sterilizzazione, mentre i Sindaci dei Comuni ignorano e fanno finta di ignorare di essere i responsabili per legge della tutela degli animali del loro territorio, e mentre le ASL danno prova di incompetenza, inefficienza e di ben altro, e mentre, per finire, i gestori privati di canili ignobili si arricchiscono nel silenzio piu' totale e riducendo i cani in queste condizioni https://www.youtube.com/watch?v=rCkqN7D5AwQ ed essendo PURE pagati per farlo ! Conoscere la realta' del Sud significa capire perchè i cani vengono mandati in altre Regioni. Non fatevi condizionare dal pregiudizio, informatevi.

  • Avatar anonimo di Giulia87
    Giulia87

    Il manifesto è fantastico!! Credo sia una grande cosa che i veterinari di Forlì e di Cesena abbiano fatto una simile mossa per "mettere in guardia" tutti dalla dilagante moda di spostare cani per tutta Italia, usando come mezzo di promozione Internet. Ottimo anche l'aggettivo "pietistici"... non dovrebbe essere proprio di associazioni animaliste e di persone che rispettano gli animali voler suscitare PIETA'. "Agli animali non è dovuta pietà, ma rispetto" scriveva Plutarco nel I sec. d.C. Quanto al commento di lolle, credo che le regole vadano rispettate, perchè previste dalla legge e perchè nell'adozione va tutelato innanzitutto l'animale... E' ovvio che non tutti gli animali che cercano casa non siano ammalati, ma il controllo va fatto, per poterli curare e per evitare che queste malattie (magari anche lievi!) possano produrre un rifiuto post-adozione che sarebbe traumatico per l'animale... oltre che rischioso se l'animale viene affidato senza che tutti i documenti siano in regola (libretto, chip, iscrizione in anagrafe...). La legge, comunque, impone il controllo delle malattie animali (come di quelle umane!) per evitare il diffondersi delle malattie.

  • Avatar anonimo di Morgana
    Morgana

    Forse Iolle non ha compreso che non si tratta di casi singoli fortuiti, ma di un autentico e massiccio traffico organizzato che trasporta randagi o presunti tali da un luogo all'altro senza curarsi di ottemperare alle norme legali italiane.

  • Avatar anonimo di lolle
    lolle

    Sono d'accordo con questi scrupolosi controlli.... ma non credo che tutti gli animali abbandonati abbiano qualche malattia pericolosa,anzi mi sorge il dubbio che si tenti di fermare chi vuole adottare ,adduccendo la paura che il cane o il gatto siano infetti,ma non so per quale scopo. io personalmente se ho intenzione di adottare un cane me ne infischio di queste regole,i cani che ho adottato e chippato sono sanissimi

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -