Forlì-Cesena, approvato il calendario venatorio: dal 2 ottobre caccia al cinghiale

Forlì-Cesena, approvato il calendario venatorio: dal 2 ottobre caccia al cinghiale

Forlì-Cesena, approvato il calendario venatorio: dal 2 ottobre caccia al cinghiale

La Provincia di Forlì-Cesena ha approvato il proprio calendario venatorio valido per la stagione  2011 - 2012, reperibile anche sul sito internet www.provincia.fc.it/florafauna. Il calendario prevede la distinzione tra forme di caccia agli ungulati e forme di caccia alla restante selvaggina. L'attività venatoria si è aperta sabato 16 aprile con la caccia al cinghiale in forma selettiva, mentre dal 2 ottobre partirà anche in forma collettiva. La caccia al daino in forma selettiva partirà il 1 gennaio 2012.

 

Per le altre specie di ungulati vengono confermati i periodi previsti dal calendario regionale. La caccia agli ungulati si chiude il 10 marzo 2012.

 

Dal 1 settembre si entra nel periodo di preapertura per la caccia a ghiandaia, cornacchia grigia, gazza, tortora e merlo, purché solo da appostamento e solo nelle giornate di giovedì e domenica fino alle ore 13. Il primo giorno di apertura generale della caccia sarà domenica 18 settembre 2011, quando verranno impegnate tutte le "doppiette", sia quelle che puntano alla piccola selvaggina stanziale e migratoria sia quelle dedicate agli ungulati. L'addestramento e l'allenamento dei cani da caccia sono consentiti da domenica 21 agosto fino al 15 settembre, dalle 7 alle 19, con esclusione delle giornate di martedì e venerdì.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'attività venatoria  è disciplinata anche dal calendario regionale, che i cacciatori devono consultare per non incorrere in sanzioni. Si raccomanda a tutti i cacciatori, nel segno della migliore etica venatoria, il rispetto delle norme di sicurezza, in particolare l'osservanza delle distanze prescritte ai fini dell'esercizio dell'attività venatoria e di indossare almeno un capo di abbigliamento di colore vivo, intenso e ben visibile. Si sollecita inoltre l'assunzione di un comportamento rispettoso nei riguardi di tutte le colture agricole e delle opere presenti sui terreni.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -