Forlì-Cesena, arrivano i primi tre autovelox sulle strade provinciali

Forlì-Cesena, arrivano i primi tre autovelox sulle strade provinciali

Forlì-Cesena, arrivano i primi tre autovelox sulle strade provinciali

FORLI' - Arrivano nuovi autovelox a postazione fissa, stavolta installati dalla Provincia di Forlì-Cesena. I nuovi rilevatori di velocità saranno accesi il primo di agosto e saranno tre: uno sulla Sp56 Vecchiazzano tra Forlì e Castrocaro al km 5+800 (all'altezza della Selva di Ladino), uno sulla Sp4 del Bidente al km 82+770 (incrocio vicino al distributore Agip) e infine sulla Sp10 Cagnona tra Bellaria e Savignano sul Rubicone.

 

Si tratta degli autovelox già autorizzati dalla Prefettura ma in cantiere ce ne sono altri due, sebbene ancora non si sa dove saranno installati. Non saranno montati invece sulla Cervese di Forlì che è classificata come strada di categoria F, vale a dire strada dove vige l'obbligo per la polizia di contestare immediatamente la sanzione fermando il conducente. Ad accendere i rilevatori (installati dalla società pubblica Area Blu di cui la Provincia è diventata socia di recente) sarà la Polizia provinciale che riceverà in tempo reale le fotografie scattate dai dispositivi.

 

Gli apparecchi saranno in funzione in fasce orarie giornaliere che non saranno, comunicate ma i velox saranno ampiamente segnalati tramite cartelli alla distanza minima di 150 metri e saranno in funzione anche di notte illuminati con appositi lampioni. E qual è stato il criterio per individuare le strade dove piazzare gli autovelox? La Provincia ha analizzato le arterie del territorio di Forlì - Cesena per capire quali erano quelle con il maggior costo sociale (che è dato dal numero di morti e feriti negli incidenti per km all'anno).

 

Si è deciso di provvedere con i rilevatori sulle strade dove il costo sociale è più alto di 200 mila euro e in corrispondenza di incrocio o curve pericolosi. I soldi che saranno incassati delle sanzioni, assicura il presidente della Provincia Massimo Bulbi, saranno utilizzato in ogni centesimo per la sicurezza stradale anche se spiega: "Il nostro scopo non è quello di fare cassa altrimenti non faremmo una campagna d'informazione a tambur battente come faremo da qui all'accensione degli autovelox". La campagna d'informazione sarà infatti trasmessa anche con spot pubblicitari per radio e Tv e con cartelloni che saranno affissi in tutto il territorio provinciale.

 

Solo nel 2009, secondo i dati dell'Osservatorio provinciale sulla sicurezza stradale, si sono avuti in Provincia oltre 1800 incidenti di cui 234 per eccesso di velocità e 34 per abuso di alcol con 37 morti e 2.365 feriti. Per questo gli slogan scelti per la campagna pubblicitaria saranno di due tipi: uno per la velocità ("La velocità non è un gioco. Nei giusti limiti sei vincente") e l'altro contro l'alcol ("Bicchiere mezzo pieno? Vale una vita in più. Nei giusti limiti guida sicuro").

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -