Forlì-Cesena, Bulbi: "tasse su Rca auto aumentate per colpa del federalismo"

Forlì-Cesena, Bulbi: "tasse su Rca auto aumentate per colpa del federalismo"

Forlì-Cesena, Bulbi: "tasse su Rca auto aumentate per colpa del federalismo"

FORLI' - "Solo per le strade, nel quinquennio 2006-2010, abbiamo investito quasi 135 milioni di euro (68,5 milioni di euro per il comprensorio forlivese e 65,9 milioni di euro per quello cesenate). Per l'annuale riasfaltatura spendiamo 2 milioni e 250 mila euro e solo per le straordinarie nevicate dello scorso marzo, dovremo sborsare circa 5 milioni di euro": sono i costi che il presidente della Provincia Massimo Bulbi spiega per spiegare il rincaro della Rca Auto.

 

"A fronte di cifre come queste, i trasferimenti di Stato e Regione sono venuti, però,s empre più diminuendo di anno in anno. Precisamente, dal 2003, di 5,8 milioni di euro e non è finita: entro il prossimo anno diminuiranno ulteriormente di 2,9 milioni di euro. Se poi pensiamo che la gran parte delle entrate dirette delle Province derivano dal mercato dell'auto che, raramente, ha attraversato momenti bui come nell'ultimo triennio, si può ben comprendere come la nostra possibilità di garantire i servizi che ci competono sia stata messa a forte rischio", dice Bulbi.

 

"Ma non è avvenuto tutto per caso: questi sono, infatti, gli effetti deleteri di un federalismo fiscale sbagliato e demagogico che ci ha tolto, si può ben dire, l'ossigeno e ha lasciato alle Province italiane, come unico strumento di sopravvivenza, un'unica leva fiscale: la possibilità di aumentare l'imposta provinciale sulle assicurazioni Rc Auto": giustifica il presidente della Provincia.

 

"Si poteva agire diversamente? Di sicuro! Era sufficiente che il Governo stabilisse che gli enti titolari di strade ex ANAS (come, nel nostro caso, le 'Cervesi', la 'Bidentina', la 'Savio'....) potessero ricevere una percentuale degli introiti derivanti dal bollo auto. Avremmo potuto garantire i servizi senza aumentare alcunché", conclude.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Infine, la discussione sugli autovelox: "Quando presentammo la campagna di comunicazione per la loro entrata in servizio, dissi esplicitamente che il mio sogno era ottenere due zeri: zero introiti, perché tutti avrebbero rispettato i limiti di velocità e, soprattutto, zero morti sulle strade.  Sono dunque soddisfattissimo delle entrate inferiori a quanto preventivato (le previsioni, in bilancio, sono un obbligo, non una speranza!): significa che, in tanti, hanno modificato le loro abitudini di guida e che le nostre strade sono più sicure per tutti. Gli autovelox non piacciono neppure a me, ma sono, ad oggi, gli unici dissuasori di velocità che il Codice della Strada ritiene legittimi".

Commenti (17)

  • Avatar anonimo di R_I_C_K_
    R_I_C_K_

    sempre colpa di qualcos'altro...risulta che non tutte le province siano ricorse agliaumenti sulle rca quindi...spremere le meningi e aumentare da altre parti...non certo dove siamo gli zimbelli dell'europa che pagano il doppio del normale

  • Avatar anonimo di beppe70
    beppe70

    ciao Alberto64 sono d'accordo su quanto dici. 1 sola premessa, spero di continuare ancora a lungo a far parte di quello 0,6% di Italiani che dichiara oltre una certa cifra, non che altri non li buschino, magari si dimenticano di dichiararli tutti... sugli stranieri che hanno ogni tipo di diritto e fanno pure gli arroganti ( meglio non aprire questo file, ne farei volentieri a meno...) i dirigenti lo sappiamo tutti sono spesso "bambolotti" messi li dai politici perchè hanno attaccato in gioventù un pò di manifesti elettorali, invece per tutta la pletora di impiegati che si adopera piu o meno energicamente per madare avanti il proprio lavoro penso che ne bastino molti meno, Un esempio: una sig.ra diventa nonna la figlia disperata ha bisogno di aiuto, un giorno parlandone la mamma , impiegata pubblica, molto candidamente ha detto: "tesoro fino a che non vado in pensione non posso assolutamente lasciare il mio posto, guadagno uno stipendio e non faccio assolutamente niente tutto il giorno ..." non saranno tutti così, ma qualche sospetto mi viene. ciao Bello

  • Avatar anonimo di Alberto64
    Alberto64

    Caro beppe 70 ti premetto che non sono un dipendente pubblico, ma credo che oggi dire che tutti i dipendenti pubblici siano scansafatiche sia un grosso errore. Cavalchi un luogo comune che ha fatto di molti aspiranti governanti un punto di forza.Certamente come in tutti i settori lo scansafatiche c'e', e' innegabile, ma se osservi bene quando vai a fare documenti o altro in comune, come nelle scuole, puoi notare che di buono hanno soltanto il fatto che stanno a sedere mentre si divincolano con i problemi della gente, problemi che, probabilmente hanno anche loro.Oltre al fatto di "smenarsi" tra la burocrazia c'e' anche la maleducazione delle persone che pretendono, pretendono, pretendono in nome delle tasse pagate.Per molti di questi magari e' meglio non consultare la dichiarazione dei redditi!! Con il mio carattere non resisterei a lungo senza prendere per il collo qualcuno.Se poi vedessi gli stranieri come fanno loro il.."IO VOGLIO.." o e' "UN MIO DIRITTO" ti imbufaliresti come un tirannosauro che non mangia da un anno.Comunque il problema e' che i dirigenti di questi enti, come i governanti degli ultimi anni, destra, sinistra, centro, tutti, siccome sono incompetenti e scansafatiche, proiettano anche su chi lavora l'etichetta di nullafacente.Insomma chi ne fa le spese e' sempre, come in tutti i settori lavorativi, l'ultima ruota del carro.Chi lavora e' sempre quello che sta sul "campo di battaglia" e non i dirigenti o i, mi fa ridere questa parola, "responsabili" che quando li cerchi non li trovi mai.

  • Avatar anonimo di daniele me
    daniele me

    la migliore viabilità dovrebbe servire perchè possiate andarvene più velocemente, danni ne avete già fatti con vostra inutilità.

  • Avatar anonimo di beppe70
    beppe70

    una sera per caso ho visto la festa di fine anno dei dipendenti della provincia, erano una valanga di persone ( diverse centinaia) certo per loro che ci lavorano è tutto ok, hanno uno stipendio. Io invece che per vivere devo lavoirare veramente mi chiedo, MA COSA FANNO TUTTO IL GIORNO QUELLE CENTINAIA DI PERSONE PER GUADAGNARSI LO STIPENDIO ???? NON NE BASTEREBBERO ALMENO UN QUARTO... Due domande a tutti. 1) ma quanti sono i dipendenti della provincia 2) quanti di voi hanno mai varcato il portone di piazza Morgagni per reale necessità di qualcosa che compete la provincia, e che non si potrebbe trasferire ai comuni ( che anche li ce ne sono di "lavoratori...") immagino che ora mi arrivino risposte piccate, specie da quei dipendenti pubblici che avendo tanto da fare un giretto su internet magari la mattina lo fanno :) :) :)

  • Avatar anonimo di J. Dorian
    J. Dorian

    Marco Travaglio ha coinato una espressione riferita al Governo che però scopro essere applicabile anche a questo signore qui. "Bulbi ci piscia addosso e poi ci dice che piove ...". Direi che non c'è altro da aggiungere.

  • Avatar anonimo di @rmy
    @rmy

    "Quando presentammo la campagna di comunicazione per la loro entrata in servizio, dissi esplicitamente che il mio sogno era ottenere due zeri: zero introiti, perché tutti avrebbero rispettato i limiti di velocità e, soprattutto, zero morti sulle strade. Sono dunque soddisfattissimo delle entrate inferiori a quanto preventivato (le previsioni, in bilancio, sono un obbligo, non una speranza!): significa che, in tanti, hanno modificato le loro abitudini di guida e che le nostre strade sono più sicure per tutti. Gli autovelox non piacciono neppure a me, ma sono, ad oggi, gli unici dissuasori di velocità che il Codice della Strada ritiene legittimi". Lui dice che sognava di ottenere due zeri.... poi dice che è soddisfatto delle entrate inferiori al previsto e che le previsioni in bilancio sono obbligatorie... Io non capisco, quindi sono stati semplicemente "ottimisti" nel fare le previsioni? Speravano che più gente corresse per strada? Quindi siccome i cittadini pare siano nonostante tutto propensi a rispettare le leggi soprattutto dietro la minacchia di una tassa extra, leggasi multa, loro adesso la tassa extra la rendono inevitabile? Ma non capisce che non sono solo loro ad avere meno budget ma anche i cittadini stessi? E' normale spendere più di tutta europa per le RCA? Ed è normale aumentarle ulteriormente? Allora visto che la mia previsione di bilancio è stata alterata dalla loro scelta ora prendo una bella macchinina con 20 anni all'attivo, iscritta asi, e riduco di circa l'80% il costo annuale della RCA e pure del bollo. Poi magari dovrò pagare di più in manutenzione rispetto a un auto nuova, ma preferisco darli ad un artigiano sti soldi che a questii in giacca e cravatta.

  • Avatar anonimo di AD
    AD

    Ma non dovevano essere abolite le province? Pensate a quanti soldi risparmiati mandando a lavorare certi inutili parassiti. Il federalismo fiscale è importante: eviterebbe di mandare tutti i nostri soldi da Ancona in giù! e di riparazioni alle strade ne potremmo fare a volontà.

  • Avatar anonimo di stefanelli
    stefanelli

    Leggendo i commenti siete d'accordo con Bulbi. Lo stato ha tagliato i fondi trasferiti e ora le provincie alzano le tasse, è logico, si chiama federalismo. Meno logico è che lo stato non tagli le tasse statali, visto che si risparmia i trasferimenti. Perchè? Sono convinto anche io che ci siano troppi enti locali, ma toglierei prima le comunità montane delle provincie. Perchè nessuno ne parla? Forse perchè la maggior parte sono al nord italia...

  • Avatar anonimo di Gessica
    Gessica

    Gli elettori dovrebbero aprire gli occhi sulla vergogna di questo Governo. Bulbi parla di cifre e sulle cifre non c'è tanto da interpretare. Capisco che offendere e fare del populismo spicciolo sia più facile ma ci si dovrebbe sforzare, ogni tanto, di ragionare.

  • Avatar anonimo di ing. Caroli
    ing. Caroli

    Vogliamo anche dire che così gli elettori apriranno gli occhi sugli sprechi di questi maneggioni e alle prossime elezioni toglieranno loro la sedia da sotto le chiappe, e che questo li manda fuori di testa? DICIAMOLO!

  • Avatar anonimo di benni
    benni

    Ma avete visto le condizioni delel strade provinciali (anche senza andare al Verghereto) ? Ed i pasticci nell'edilizia scolastica superioe? (il cubo di Cesena è stato usato per quasi 1 anno senza agibilità ed ancora adesso questo edificio scolastico NUOVO presenta notevoli problemi anche di progettazioen) Almeno la Provincia svolgesse bene i suoi compiti specifcii saremmo contenti (si fa per dire) di pagare le tasse

  • Avatar anonimo di Alberto64
    Alberto64

    A me ,oltre al ribrezzo che provo per cio' che dice quest'individuo, fa senso la spesa che che afferma "hanno"(loro?????) dovuto affrontare per le ""straordinarieeeeeeeeeee???????"" nevicate.Cinque milioni di euri?Ente inutile,uomo inutile.

  • Avatar anonimo di ing. Caroli
    ing. Caroli

    Ipocrita. I maggiori introiti nascono esattamente dal fatto che al posto dell'amministrazione centrale sono le province ed i comuni a dovere porre le imposte. Quale era il vantaggio della situazione antecedente? Che l'amministrazione centrale prelevava le imposte (e si beccava le contumelie dei paganti), trasferiva una parte dei corrispettivi ricavati agli enti locali, i quali, amministrati dalle opposizioni al potere centrale, si univano al coro. In una parola, prendi i soldi e critichi chi te li dà. Adesso il rubinetto si è chiuso. Sei tu che devi prendere i soldi, direttamente. Per questo, perché viene fuori come stanno le cose, si inventano strilli come questo di Bulbi, incolpando il federalismo per la loro incompetenza. Quanto agli autovelox, legare il numero dei morti alla velocità, è semplicemente una delle tante assurdità di questo improvvisato incompetente: scommettiamo che chi ignora uno stop, un passaggio pedonale, una precedenza, rispetta i limiti di velocità? E ujn ciclista sui marciapiedi, oltre a rischiare di investire i pedoni, rispetta i limiti di velocità?

  • Avatar anonimo di L'uomo qualunque
    L'uomo qualunque

    Parole vergognose ed indegne di un pubblico amministratore che dovrebbe avere, quale scopo precipuo, il bene comune e non la propria sopravvivenza quale gestore di un ente inutile. Il governo italiano per troppi anni vi ha foraggiato con cifre enormi, che sono state dissipate solo per costruire un consenso politico basato su elementi che sono, dal punto di vista morale, riprovevoli. Posti di lavoro inutili, consulenze inutili, investimenti in enti e società privi di scopo ed esistenti solamente per favorire il clientelismo ed il nepotismo. Povera Italia e poveri italiani, avanti coraggio, la Grecia è vicina....... due popoli ed una stessa sorte!!!

  • Avatar anonimo di annibale
    annibale

    Ha trovato la forza di parlare (era meglio che se ne stesse in silenzio). Nauseabondo e rivoltevole.

  • Avatar anonimo di mestesso
    mestesso

    Il prossimo anno tassiamo l'aria respirata?!

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -