Forlì-Cesena, cambiano le norme: sospesi due autovelox

Forlì-Cesena, cambiano le norme: sospesi due autovelox

Forlì-Cesena, cambiano le norme: sospesi due autovelox

A seguito di una recente direttiva del ministero dei Trasporti, che modifica i criteri per il posizionamento della segnaletica in prossimità delle postazioni fisse di rilevamento della velocità, la Provincia di Forlì-Cesena ha prudenzialmente proceduto a sospendere il funzionamento  di due autovelox: quello sulla strada provinciale 4 ‘del Bidente', tra Carpena e Meldola, e quello posizionato lungo la strada provinciale 10 ‘Cagnona' tra San Mauro Pascoli e San Mauro Mare.

 

Tali potrebbero essere interessati dalla nuova disposizione interpretativa del codice della strada. Spiega l'assessore alla Polizia provinciale Maurizio Brunelli: "Gli autovelox a postazione fissa sono stati installati dalla Provincia di Forlì-Cesena, dopo una lunga e capillare campagna informativa, lungo le strade provinciali dove è maggiore il costo sociale riscontrato a causa dell'incidentalità stradale. Si tratta di strumenti che si rivelano efficaci per il contenimento delle velocità, con effetti positivi per la sicurezza stradale e la qualità della vita dei cittadini che risiedono lungo gli assi stradali più trafficati".

 

Innovando la materia relativa all'apposizione della segnaletica riguardante i limiti di velocità e gli avvisi di presenza dell'autovelox, la direttiva ha comportato che i dirigenti della Provincia responsabili per la viabilità stiano valutando tecnicamente le condizioni di sicurezza delle due strade per l'eventuale elevazione dei limiti ai 90 km all'ora nei tratti rettilinei e di larghezza adeguata (in quanto il limite generale non impone l'apposizione di una specifica segnaletica), mantenendo però i limiti prudenziali in presenza di curve, rotonde, intersezioni, ostacoli etc. Solo al termine di tale valutazione operata dagli uffici, i dispositivi di rilevamento della velocità saranno rimessi in funzione, dandone adeguata informazione.

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di Tytus
    Tytus

    mah... tanto tanto la posizione in cui è stato montato è per fare cassa, se proprio volevano fare sicurezza sarebbe stato da montare sull'incrocio all'altezza dell'istituto di ricerca agrario. se non sbaglio qua si parla di dare un limite variabile alla strada, per tanto potrebbe finire che all'altezza dell'incrocio venga messo il limite dei 50, e a seguire tutto 90 come era stato ideato l'estate appena passata

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -