Forlì-Cesena, criminalità in aumento. Il PdL: "A quanto pare non era solo una fobia"

Forlì-Cesena, criminalità in aumento. Il PdL: "A quanto pare non era solo una fobia"

CESENA - "Il 2007 ha registrato nella nostra provincia un aumento secco di reati di ben l'8,7%, una vera e propria impennata che conferma come gli allarmi che il centrodestra locale aveva da tempo lanciato fossero ampiamente giustificati. Ci avevano risposto che era più che altro un fattore psicologico, una sorta di paura dei cittadini dovuta solo a insicurezza "percepita", ma sostanzialmente ingiustificata".

 

Sul tema della sicurezza sono queste le prime parole di una dichiarazione congiunta di Stefano Angeli e Diego Franchini, del Popolo della Libertà.

 

"Qualcuno - dichiarano gli esponenti del PdL - aveva addirittura indicato i mezzi d'informazione come colpevoli di "spaventare" la gente riportando i fatti di cronaca nera. Ora i dati resi noti dal Ministero dell'Interno fanno giustizia di queste scuse, la popolazione percepiva nientemeno che la realtà, ovvero l'aumento sensibile dei reati nelle nostre città. Ai nostri allarmi si sono unite da tempo le denunce di alcuni sindacati di Polizia su una cronica inadeguatezza degli organici, soprattutto a Cesena".

 

"Già a fine anni '90 i sindacati di Polizia fecero a Cesena pubbliche proteste, ed organizzarono pure un convegno, per denunciare carenze, anche allora sottovalutate dagli amministratori locali. Allora si denunciò il fatto che nelle ore notturne in città fosse in servizio una sola pattuglia del Commissariato, oggi ad oltre dieci anni di distanza la situazione è ancora esattamente la stessa, come emerso anche da una recente commissione consiliare".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Occorre - concludono - un riequilibrio di forze ed un maggiore coinvolgimento degli enti locali nella lotta alla criminalità, anche alla luce delle nuove disposizioni del governo in materia che danno ancor maggiori responsabilità ai sindaci. Il nuovo numero per le emergenze della Polizia Urbana, annunciato ieri, può essere utile, ma di certo non risolve problemi che sono molto più gravi".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -