Forlì-Cesena, crisi Bamar e Zattini Group. Dalla Provincia un appello alle banche

Forlì-Cesena, crisi Bamar e Zattini Group. Dalla Provincia un appello alle banche

(foto di repertorio)-421

FORLI'-CESENA - La Provincia di Forlì-Cesena ha recentemente affrontato al tavolo della crisi coordinato dall'assessore provinciale al Lavoro Denis Merloni la situazione delle società "Zattini Group" e "Bamar", operanti nel settore accessori per la nautica. La richiesta era pervenuta dalle organizzazioni sindacali dei metalmeccanici, che segnalavano alcune difficoltà finanziarie che si erano tradotte in ritardi nei pagamenti delle retribuzioni dei dipendenti.

 

Dal confronto è emerso come le due società abbiano prospettive industriali di grandissimo interesse. Gli accessori per mega-yacht che caratterizzano lo loro produzione hanno ottenuto importanti riconoscimenti. Per esempio, alla recente fiera mondiale di Amsterdam, è stato riconosciuto al gruppo un prestigioso premio per l'innovazione. La "Zattini Group" e la "Bamar" di Forlì, afferenti alla stessa proprietà, sono tra i primi operatori al mondo nel loro settore e rappresentano un grande patrimonio di competenze e un luogo di innovazione.

 

La Provincia di Forlì-Cesena, da parte sua, è impegnata a favorire lo sviluppo di un polo della nautica in grado di mettere a sistema le numerose imprese che operano in questo settore. Commenta l'assessore provinciale al Lavoro Denis Merloni: "Crediamo nelle potenzialità di sviluppo della nautica e la recente conclusione positiva della vicenda della Cantieri del Pardo, acquisita da un leader mondiale come ‘Bavaria', dimostra che il nostro territorio è attrattivo per questo settore".

 

Per questo, conclude Merloni, "la Provincia di Forlì-Cesena ritiene che debba essere garantita la continuità produttiva di "Zattini Group" e di "Bamar", anche per tutelare l'occupazione delle oltre   60 persone che vi lavorano. Resta fondamentale non disperdere le grandi potenzialità industriali presenti nel gruppo, per cui ci appelliamo alla disponibilità degli istituti di credito affinché garantiscano all'azienda la possibilità di proseguire l'attività produttiva ed onorare i numerosi contratti già in portafoglio". Termina l'assessore Merloni: "Nei prossimi giorni sarà nostra cura chiedere alle banche interessate un incontro per valutare la situazione".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -