Forlì-Cesena, entro la fine dell'anno arriva l'Adsl a Rocca, Roncofreddo e Borghi

Forlì-Cesena, entro la fine dell'anno arriva l'Adsl a Rocca, Roncofreddo e Borghi

Forlì-Cesena, entro la fine dell'anno arriva l'Adsl a Rocca, Roncofreddo e Borghi

FORLI' - Nell'incontro che si è tenuto giovedì tra i rappresentanti di Telecom, l'assessore provinciale al Sistema telematico territoriale Gianfranco Francia e i tecnici della Provincia di Forlì-Cesena, è emerso  che le centrali telefoniche che saranno attivate entro il 2010 per i servizi di internet veloce potranno essere quelle di Rocca San Casciano, Borghi e Roncofreddo.  E' il frutto di un tavolo paritetico tra Telecom Italia, Regione Emilia-Romagna e Lepida (società strumentale pubblica per le telecomunicazioni degli enti pubblici partecipata anche dalla Provincia di Forlì-Cesena).

 

Queste centrali saranno attrezzate per garantire ADSL alla massima velocità e sono le prime di una lista di centrali in fase di analisi congiunta di sostenibilità economica complessiva. L'adeguamento di queste centrali è possibile anche grazie alla disponibilità di fibra ottica messa a disposizione tramite finanziamenti misti di Telecom, dello Stato (Infratel) e della Provincia. Per esempio, la tratta già realizzata lungo la strada provinciale tra Castrocaro Terme fino a Dovadola, è stata realizzata dalla Provincia di Forlì-Cesena e poi messa a disposizione di Regione/Lepida, così come anche altre lunghe tratte sono state predisposte negli anni in modo previdente dagli uffici tecnici provinciali, in occasione di lavori straordinari nella viabilità provinciale.

 

Questo importante risultato deve essere considerato un primo passo verso la soluzione totale del problema del "divario digitale". Già nel prossimo mese di ottobre il tavolo paritetico si riunirà per analizzare un nuovo elenco di centrali da riorganizzare, con l'obiettivo di trovare soluzioni sostenibili da attivare nel primo trimestre del 2011, a fronte di nuove disponibilità finanziarie.

 

Le prossime centrali sottoposte ad analisi di sostenibilità riguardano tra l'altro Montiano, Tredozio, Modigliana e Bagno di Romagna. Anche queste centrali potranno beneficiare della presenza di fibra ottica messa a disposizione dalla Provincia/Lepida (Modigliana, Bagno di Romagna e Montiano) e dallo Stato/Infratel (Tredozio). La Provincia, tuttavia, comunicherà la lista delle nuove centrali solo dopo la formalizzazione certa della loro fattibilità e relativa tempistica, questo per non ingenerare aspettative su un problema molto sentito da cittadinanza e imprese e su cui la Provincia è continuamente al lavoro per rendere possibile la soluzione di tutte le problematiche infrastrutturali ed economiche, sempre di concerto con Regione, Lepida e Telecom.

 

Commenta le novità l'assessore provinciale Gianfranco Francia: "Vogliamo sottolineare, inoltre, che la complessità di queste problematiche non si risolve, come alcuni sindaci del territorio tendono purtroppo a far credere, con le pressioni fatte dai singoli a livello locale, ma da una proficua sinergia di interventi fra enti locali, Provincia, Regione, Lepida e Telecom convergenti verso l'obiettivo comune. In questo certamente la sensibilizzazione fatta da qualche sindaco per lo snellimento delle procedure autorizzatorie è fondamentale (ad esempio i rilasci dei permessi Anas), ma questo solo in presenza di una progettazione e concertazione di più ampia territorialità".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -