Forlì-Cesena, fine del lavoro per 180 volontari contro gli incendi boschivi

Forlì-Cesena, fine del lavoro per 180 volontari contro gli incendi boschivi

Forlì-Cesena, fine del lavoro per 180 volontari contro gli incendi boschivi

Si è conclusa l'intensa attività dei volontari di Protezione Civile che per tutta l'estate hanno vigilato per prevenire i roghi nel ricco patrimonio di boschi della provincia. Dal 3 luglio, le persone impegnate nella campagna antincendio boschivo (AIB) sono state 180, sono i volontari che per tutta l'estate hanno garantito vacanze sicure ai tanti turisti che hanno affollato le montagne della provincia di Forlì-Cesena, ma soprattutto hanno preservato l'ambiente boschivo dai disastri che derivano dalla piaga degli incendi estivi.

 

Ben 17 le associazioni aderenti al ‘Coordinamento provinciale di volontariato di Protezione Civile' che hanno svolto il servizio AIB. Si tratta di: ANA Alta Valle del Savio, ANA Alto Bidente, ANA Cesena, ANA Mercato Saraceno, Centro Volontari Protezione Civile Tredozio, Corpo della Guardia Zoofila ambientale-coordinamento provinciale, Forlì Emergenza, Forlì Protezione Civile, GEV Cesena, GEV Forlì, Il Molino, Misericordia Galeata, Nucleo Volontari Antincendio Modigliana, Protezione Civile Borghi-Longiano-Roncofreddo, Protezione Civile Dovadola, Protezione Civile Portico, SOS Forlì. I volontari hanno svolto l'attività in ben 19 punti di avvistamento dislocati su tutto il territorio provinciale.

 

Quest'estate, inoltre, per i volontari di Protezione Civile si è aggiunto anche il lavoro di supporto alle istituzioni, a Cesena il 29 agosto scorso, nelle operazioni di rimozione e di brillamento dell'ordigno bellico rinvenuto nell'alveo del fiume Savio. In questo caso circa 150 volontari (tra Croce Rossa e associazioni aderenti al Coordinamento) sono stati coinvolti nelle procedure di evacuazione, perimetrazione e interdizione al traffico nell'ambito delle operazioni di rimozione.

 

Per quest'ultima attività sono state attive le associazioni Protezione Civile Borghi-Longiano-Roncofreddo, SUB R.Zocca, Radio Soccorso Cesenatico, GEV Cesena, ANA Mercato Saraceno, COMIR Alfero, Associazione comunale di PC Savignano, SOS Forlì, Forlì Emergenza, Anpas Forlì, COMIR Galeata e membri della CRI provenienti da tutto il territorio provinciale.

 

A tutti questi volontari va la gratitudine del vice-presidente della Provincia Guglielmo Russo, che ha la delega alla Protezione Civile: "Se nel nostro territorio abbiamo vissuto un'estate tranquilla dal punto di vista degli incendi boschivi è anche grazie al lavoro di questi tanti volontari che si sono prodigati a sorvegliare i boschi in un periodo dell'anno in cui più volentieri si dedica il tempo libero allo svago. La protezione civile della provincia di Forlì-Cesena, invece, non si ferma mai. Il mio sentito ringraziamento, quindi, va alle 180 persone, dell'esercito dei circa seicento volontari della Protezione civile presenti sul territorio, che si sono dedicate a questo importante servizio, oltre a quelle impegnate nell'operazione di Cesena. Un ringraziamento anche a Nicola Toscano, presidente del Coordinamento provinciale di volontariato di Protezione Civile e a tutto il direttivo del coordinamento".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -