Forlì-Cesena, Gagliardi (PdL) come il sindaco: "Acqua gestita da Romagna Acque"

Forlì-Cesena, Gagliardi (PdL) come il sindaco: "Acqua gestita da Romagna Acque"

Forlì-Cesena, Gagliardi (PdL) come il sindaco: "Acqua gestita da Romagna Acque"

FORLI' - Cosa si farà nella provincia di Forlì-Cesena dopo l'esito del referendum sulla privatizzazione dell'acqua? Lo chiede con una mozione in Consiglio provinciale Stefano Gagliardi, capogruppo del PdL: "Con il responso del voto popolare si riconosce l'annullamento del decreto Ronchi. Spiccano le gestioni private di regioni come l'Emilia Romagna,la Toscana e l'Umbria. La Società Hera non potrà più essere privatizzata entro il 2015".

 

Gagliardi ricorda che Hera "non potrà utilizzare l'aumento del 7% per ristrutturazioni ponendo il problema di chi verserà i 70 milioni di euro necessari a rivedere la rete idrica e realizzare 3 nuovi
depuratori. Gli stessi comuni soci che hanno rimesso virtualmente milioni di quota a seguito del calo azionario (Bologna con il suo 13,6% circa 25 ml. di capitalizzazione) non sembrano in grado di sostituire Hera".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Considerati i notevoli impegni che dovranno essere affrontati nei prossimi anni ,nella evidente necessità di dover approntare gli investimenti sopra citati, il Consiglio Provinciale invita il Presidente e la Giunta ad attivarsi presso i Comuni e le altre Province interessate affinché venga valutata attentamente la proposta che il ciclo dell'acqua possa essere interamente gestito da Romagna Acque, società interamente pubblica, con l'avvertenza primaria che questo non inneschi la creazione di una nuova struttura utile più a creare nuovi posti ai politici di turno, ma sia in grado di offrire un servizio idrico il più completo e il meno costoso possibile al territorio", conclude Stefano Gagliardi.

Commenti (2)

  • Avatar anonimo di P.Kc.
    P.Kc.

    Non posso che esprimere soddisfazioni per la proposta del Sindaco di Forlì. Chw Romagna Acque diventi il gestore unico del SII è la proposta (finora ignorata ed anche talvolta snobbata se non addirittura derisa) che si è dato il Comitato Acqua Pubblica Forlì quando è nato

  • Avatar anonimo di giulianopedulli
    giulianopedulli

    Mi pare abbastanza chiaro che ci si dovrà adeguare alla volontà della maggioranza assoluta degli italiani. Che lo chieda anche un esponente del centro-destra, è strumentale, ma significativo per le implicanze generali che può avere. Le opinioni espresse da figure sicuramente di cultura liberale, portano ad estendere il ragionamento. E' emerso chiaro che sui "beni comuni", il ruolo del settore pubblico è considerato strategico, praticamente esclusivo. Bene. Per coerenza, quindi, occorre che si passi ad una fase due, che va oltre i quesiti referendari e che si affermi, in forma assoluta, che la sanità pubblica e la scuola pubblica sono intoccabili e che qualsiasi finanziamento o inziaitiva che tenda a privilegiare il privato, va contrastata. Il centro-destra è su questa lunghezza d'onda?

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -