Forlì-Cesena, i consumatori si confrontano con Hera

Forlì-Cesena, i consumatori si confrontano con Hera

FORLI' - Si è svolto ieri mattina in un clima costruttivo, di grande e vivace collaborazione, l'incontro del tavolo periodico con le associazioni dei Consumatori, attivo dal 2004 nel territorio di Forlì-Cesena.

 

Interessanti i temi all'ordine del giorno: oltre alla costituzione del nuovo Comitato per il territorio, si è parlato di indagine di customer satisfaction 2009, del bilancio sul primo anno del tavolo di lavoro della conciliazione paritetica e dell'aggiornamento del parco contatori gas in seguito alla delibera n. 155/08 dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas.

 

Dall'indagine sulla soddisfazione dei clienti, condotta su un campione di circa 3.000 clienti Hera, è emerso che forlivesi e cesenati sono particolarmente soddisfatti dei servizi ambientali, a cui hanno attribuito un voto lusinghiero: 70 su 100, in crescita di 4 punti rispetto all'anno precedente. Nel complesso, l'indice di gradimento del territorio di Forlì-Cesena è stato pari a 69, contro il 64 degli anni precedenti, registrando così la crescita più alta di tutto il Gruppo Hera (+ 5).

 

"Questi dati positivi indicano come Hera adotti un comportamento corretto e in buona fede nei confronti dell'utenza, a differenza di altri competitors che usano invece fare concorrenza con strumenti impropri" hanno precisato i responsabili delle Associazioni dei consumatori.

 

Anche la conciliazione paritetica, sistema di risoluzione delle controversie per i servizi gas-energia elettrica introdotto nel febbraio 2009 d'intesa con le aziende pubbliche del settore dei servizi e le associazioni dei consumatori, rivela un dato estremamente positivo: sui 1.500.000 clienti del Gruppo Hera, sono state gestite 64 conciliazioni, di cui solo 4 nel territorio di Forlì-Cesena (su oltre 150.000 utenze complessive).

 

"Questo dato estremamente basso è l'indice che le controversie vengono risolte a monte, in fase di reclamo e di gestione della pratica" hanno sottolineato i presenti.

 

Dai rappresentanti delle associazioni dei consumatori intervenute (Adoc Uil, Assoutenti, Cittadinanza Attiva, Federconsumatori, Lega Consumatori Acli), tutti concordi nell'utilità dei lavori del tavolo di confronto, sono scaturite due proposte interessanti: un nuovo corso di formazione per la lettura della bolletta (sulla falsariga di quanto fatto anni fa, da ripetere sul territorio di Forlì-Cesena alla luce degli aggiornamenti delle normative ) e la verifica sulla fattibilità, su richiesta individuale, di fatturazione del gas secondo rata costante, calcolata in base ai consumi storici.

 

La prossima convocazione del tavolo è prevista per settembre.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -