Forlì-Cesena, il Consorzio Romagna Alimentare compie 30 anni

Forlì-Cesena, il Consorzio Romagna Alimentare compie 30 anni

Forlì-Cesena, il Consorzio Romagna Alimentare compie 30 anni

FORLI' - La Camera di Commercio di Forlì fu tra gli Enti che nel 1980 diedero vita al Consorzio Romagna Alimentare, struttura polifunzionale per il settore alimentare che oggi compie 30 anni. Costituito con il sostegno anche della Camera di Commercio di Ravenna, ebbe tra i soci fondatori aziende che si ritrovavano sistematicamente alle maggiori fiere europee del comparto agro-alimentare.In tempi più recenti il Consorzio ha ampliato gli enti istituzionali di riferimento con il riconoscimento di Rimini a provincia .

 

La realtà di oggi è quella di uno dei Consorzi Export fra i più importanti in Italia, ai primi posti in Regione assieme a Piacenza e Parma Alimentare. "Attualmente è ancora l'unico esempio di collaborazione interprovinciale - dichiara la direttrice Grazia Ghinassi -un aspetto che ha sempre fornito un valore aggiunto in quanto, assieme all'offerta di una vasta gamma di prodotti, il Consorzio ha sempre tenuto conto anche del territorio e di tutte le risorse in esso contenute; opera infatti in sinergia con le tre Camere di Commercio romagnole condividendo la progettazione e realizzazione di numerose iniziative."


La struttura funge da ufficio estero per le piccole medie imprese diventando interlocutore diretto per la promozione e la diffusione di informazioni riguardanti le produzioni dei soci; fornisce quindi un supporto alla loro internazionalizzazione mettendo a disposizione una serie di servizi strumentali (groupage merci, convenzioni e facilitazioni varie, etc...). Il Consorzio promuove e agevola iniziative attraverso lo svolgimento di attività di formazione e la fornitura di servizi mirati. Ne sono un esempio la consulenza sulle problematiche dell'etichettatura, legislazioni in materia di imballaggi, registrazione FDA per il mercato USA.


"Attualmente aderiscono al Consorzio 24 imprese, - sostiene Elena Verna, Presidente del Consorzio - tutte  export oriented e molteplici sono le richieste di adesione che il Consiglio Direttivo sta vagliando nel rispetto della legge 83/89, legge che, in parte, finanzia le attività consortili. In 30 anni di attività il Consorzio ha portato i prodotti delle imprese associate in oltre 60 paesi stranieri fra cui USA, Russia, Brasile, Canada, partecipando alle maggiori vetrine internazionali. Sono allo studio progetti in 17 paesi extra UE, più di 20 partecipazioni internazionali in paesi UE oltre ad una quindicina di eventi diversi in Italia. Fra gli obiettivi a breve termine ci sono l'Est europeo, i Balcani, il Portogallo - fra quelli a medio/ lungo termine lo studio dei Paesi cosiddetti BRICST. "Romagna Alimentare" è un consorzio di promozione con esclusione di ogni scopo di lucro e dai dati raccolti ai soli fini statistici si può affermare che il fatturato del 2009 realizzato complessivamente da tutte le imprese associate supera gli 800 milioni di Euro di cui quasi il 20% è rappresentato dal fatturato export verso più di 70 paesi stranieri fra cui Australia, Argentina, Israele, Giappone, Nord Africa. Le aziende impiegano complessivamente circa 1400 addetti; nel primo semestre 2010 il fatturato export ha già registrato un incremento del +4%."


Particolarmente attento alla formazione dei giovani, il Consorzio ha inserito fra gli eventi del trentennale anche l'istituzione di una borsa di studio da dedicare ad una scuola alberghiera che studierà il menù denominato  "JUST A TASTE OF ROMAGNA, naturalmente a base di prodotti del Consorzio - menù che concorrerà al prossimo concorso Bocuse D'Or in occasione della fiera Sirha 2011 a Lione.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -