Forlì-Cesena, il PdLe la Lega: "Tagliare due assessori provinciali"

Forlì-Cesena, il PdLe la Lega: "Tagliare due assessori provinciali"

Forlì-Cesena, il PdLe la Lega: "Tagliare due assessori provinciali"

FORLI' - "Anche in occasione del bilancio di previsione 2011 della Provincia abbiamo presentato oltre 20 emendamenti per dimostrare che una seria opposizione si fa non solo denunciando la miriade di errori e di guasti che il centro sinistra sta causando al territorio (Sapro, Seaf, ASL,), ma anche proponendo serie alternative e diverse priorità rispetto a quelle scelte dalla maggioranza", lo dicono Stefano Gagliardi, capogruppo Pdl e Gian Luca Zannoni, capogruppo Lega Nord.

 

"Il 2011 sarà un anno difficile  per tutti ed è sufficiente vedere quanto sta accadendo a livello internazionale per rendersi conto che le difficoltà non sono dovute all'incapacità di questo o quel governo, ma ad una spirale di crisi che sta avvolgendo gran parte degli stati europei.

Preso atto di questo riteniamo che per il 2011 occorra inserire poche e ben definite priorità e tentare di intervenire su queste limitando al minimo o, ancora meglio, azzerando gli interventi a pioggia.

Non ci siamo sottratti alle nostre responsabilità ed abbiamo indicato in maniera chiara le fonti da cui prelevare le somme da destinare agli interventi da noi previsti".

 

"Speriamo che prima o poi anche la sinistra a livello  nazionale impari a comportarsi nella stessa maniera ed a non proporre i soliti slogan demagogici senza indicare fonti di finanziamento credibili e reali. Nel ribadire il fatto che la nostra proposta nella maggioranza dei casi è relativa al bilancio 2011 ed in minima parte al bilancio pluriennale 2011-2013, nulla vieta di ripristinare i fondi da noi ridotti ad alcune associazioni,  a partire dal 2012 non appena si vedranno segnali di ripresa nell'economia".

 

"Riteniamo sia possibile intervenire riducendo le spese di rappresentanza, le spese per iniziative dell'Ente, il noleggio auto con conducente, le Unioni di Prodotto, nonché le indennità di carica e rimborso spese ai membri della Giunta provinciale con l'eliminazione di 2 assessori (solo quest'ultima voce rappresenta oltre 100.000 euro all'anno). La nostra Provincia ha 10 assessori, Reggio Emilia  7, Ferrara, Piacenza e Modena 8 ed è bene ricordare la riforma Calderoli prevede che per una provincia come la nostra siano sufficienti 6 assessori".

 

"Proponiamo  di intervenire sul  Fondo di riserva, di ridurre la partecipazione al centro servizi assistenza e consulenza finanza innovativa, all'agenzia per l'energia, al Centro per la pace e l'integrazione multietnica e multiculturale, all' Istituto per la storia della resistenza e dell'età contemporanea e ad altre associazioni che ricevono contributi dalla Provincia. I circa 400.000 euro recuperati con gli emendamenti dovranno essere rivolti ad interventi per la  sicurezza stradale, al miglioramento del trasporto scolastico, a rinforzare i provvedimenti relativi alle fasce deboli anche tramite l'aiuto nel pagamento delle committenze quali acqua,  luce e gas, in aiuti alle famiglie ed alle aziende in crisi con interventi di garanzia sugli istituti di credito, alla promozione di progetti rivolti ai giovani ed agli anziani soprattutto nei comuni collinari e montani, nonché ad un  in un maggior coordinamento nella promozione del territorio dal punto di vista culturale, turistico e gastronomico".

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di sauroturroni
    sauroturroni

    i soliti molliccioni ! non è meglio tagliare il presidente ?

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -