Forlì-Cesena, il Siulp contro il questore: "Ignora i sindacati"

Forlì-Cesena, il Siulp contro il questore: "Ignora i sindacati"

FORLI' - Il ministero chiede alla questure di riorganizzare le attività di controllo del territorio. In pratica quegli Uffici che producono Volanti, Poliziotti di Quartiere e sale operative. Progetto, tra l'altro già approvato dal Capo della Polizia che dovrebbe aver luce nei primi mesi del prossimo anno. "Allora le denunce del SIULP di questi ultimi anni circa le inefficienze organizzative dei vertici della Questura proprio sulle attività di prevenzione dei reati, non erano così infondate", dicono dalla segreteria provinciale del sindacato di polizia.

 

"Da anni ribadiamo la necessità di rivedere l'organizzazione delle poche forze che la Polizia di Stato ed altri Uffici periferici riescono a mettere su strada. La gestione medievale della Questura, come anche del Commissariato di Cesena, ha portato a minare gli ideali che hanno ispirato la riforma della Polizia di Stato", continua il Siulp.

 

"La lettera del ministero si chiude con una frase emblematica che ai fini dell'attuazione del progetto, dove i Questori devono rispondere entro fine mese "anche a seguito dell'attivazione dei consueti canali di concertazione interna". Qualcuno dovrebbe spiegare al Questore cos'è la concertazione, ma ricordargli, soprattutto, che la Costituzione ha previsto l'esistenza dei sindacati e che la Riforma della Polizia di Stato fra qualche mese compie trent'anni".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -