Forlì-Cesena: in Parlamento la soppressione delle fermate dei treni

Forlì-Cesena: in Parlamento la soppressione delle fermate dei treni

Forlì-Cesena: in Parlamento la soppressione delle fermate dei treni

CESENA - "È una scelta che, oltre a penalizzare i cittadini-utenti, crea un grave disagio sociale. Per questo chiediamo al Ministro di attivarsi per ripristinare le fermate soppresse". Gli onorevoli del Partito Democratico Sandro Brandolini e Gabriele Albonetti hanno presentato oggi, mercoledì 10 marzo, una nuova interrogazione al Ministro dei Trasporti per far sì che si proceda alla riattivazione delle fermate ferroviarie soppresse lungo la tratta Rimini-Bologna.

 

"L'attuale orario di Trenitalia infatti - spiegano i due nel loro documento -, in vigore dal 13 dicembre scorso, ha visto la soppressione delle fermate dei treni Eurostar City, Intercity ed Eurocity nelle città di Rimini, Cesena, Forlì e Faenza negli orari di punta, comportando notevoli disagi per migliaia di utenti delle stesse città e di quelle limitrofe».

 

«Le nuove fermate previste a Faenza dal primo marzo scorso in seguito alla nostra prima interrogazione - proseguono Brandolini e Albonetti - non rappresentano una risposta sufficiente in quanto, come afferma lo stesso comitato dei pendolari della Romagna, tutta la tratta Rimini-Bologna resta pesantemente penalizzata durante la mattina, mentre nel

pomeriggio Cesena e Forlì non hanno ottenuto nessuna nuova fermata, nonostante sia evidente come risultino essenziali un treno a lunga percorrenza con fermate a Rimini, Cesena, Forlì e Faenza che, come avveniva con l'orario precedente, arrivi a Bologna fra le 8 e le 9 ed un treno con le stesse caratteristiche che parta da Bologna tra le 16 e le 18».

 

«Un tale stato di cose - concludono gli onorevoli Pd - già denunciato oltre che dai pendolari anche dalle Amministrazioni locali, penalizza pesantemente i cittadini-utenti e crea un grave disagio sociale determinando preoccupanti problematiche economico-sociali nell'intera area geografica romagnola. Per questo chiediamo al Ministro se non ritenga di attivare un rapido confronto con Trenitalia e, se necessario, con gli enti locali interessati e il comitato degli utenti, d'intesa con la regione Emilia-Romagna, affinché siano riattivate le fermate soppresse da Rimini a Bologna».

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -