Forlì-Cesena, l'attività di Hera "mette in moto" 130 milioni in tutta la provincia

Forlì-Cesena, l'attività di Hera "mette in moto" 130 milioni in tutta la provincia

Forlì-Cesena, l'attività di Hera "mette in moto" 130 milioni in tutta la provincia

FORLI'-CESENA - Ben 130 milioni di euro complessivi. E' quanto incide Hera nell'economia del territorio della provincia di Forlì-Cesena. In particolare, Hera ha distribuito ai suoi principali interlocutori sul territorio un valore aggiunto pari a circa 56 milioni di euro. Considerando poi il valore economico delle forniture da aziende del territorio, si arriva a 130 milioni. Il dato emerge dal bilancio sociale di Hera per il territorio di Forlì-Cesena.

 

Di questi, quasi 8 milioni sono stati distribuiti ai soci pubblici e privati residenti nel territorio a titolo di utili. Quasi 74 milioni di euro sono invece andati alle 671 aziende con sede nel territorio di Forlì-Cesena e fornitrici di Hera. Per quanto riguarda gli investimenti operativi, nel 2010 sono stati nei comuni serviti dalla società operativa di Forlì-Cesena 19,5 milioni di euro, di cui il 64% circa dedicati all'ulteriore sviluppo della qualità del servizio del ciclo idrico integrato. Con riferimento a questo settore e in base ai dati 2009, Hera risulta la seconda società con l'indice di investimento più elevato (420 euro ogni 1.000 mc di acqua fatturata) tra le maggiori utility italiane. Negli ultimi 5 anni, oltre mezzo miliardo di investimenti hanno portato a un ulteriore incremento della qualità dell'acqua erogata, il livello di perdite idriche più basso a livello nazionale in rapporto alla lunghezza delle reti e un valore dei parametri delle acque in uscita dai depuratori mediamente inferiore del 79% ai limiti di legge. 

 

Il bilancio di sostenibilità 2010 di Hera certificato Det Norske Veritas Italia, rivela che a livello di gruppo il valore aggiunto complessivo è stato di oltre un miliardo e seicento milioni. La produzione energetica (elettrica e termica) raggiunge infatti i 417,8 GWh, pari al 25,9% della produzione totale di Hera. Considerando anche le fonti assimilate alle rinnovabili, la produzione energetica sale a 1.096 GWh, pari al 67,9% del totale. L'impegno per il futuro proseguirà con l'obiettivo nel 2011 di incrementare del 40% la produzione di energia da fonti rinnovabili e assimilate, con uno sforzo mirato alle esigenze del territorio di riferimento, vista la natura di utility locale. 

 

Mercoledì dalle 16 alle 19 all'indirizzo https://bs.gruppohera.it/ sarà aperta una chat in cui l'azienda si confronterà in tempo reale con cittadini e stakeholders, si potranno porre domande all'azienda rispetto ai temi del bilancio. Tecnici e dirigenti dell'azienda, risponderanno in tempo reale.

Chiarini: "numeri in grado di soddisfare tutti i nostri interlocutori"

 

"Queste iniziative e le tante altre che abbiamo messo in campo negli ultimi anni - spiega Maurizio Chiarini, Amministratore Delegato di Hera - ci portano a dire che nella strategia di Hera la creazione di valore economico per gli azionisti è connessa al progresso economico e sociale del territorio in cui l'Azienda opera. Da questo punto di vista riteniamo che la nostra strategia sia senza dubbio orientata a creare valore condiviso ovvero a rafforzare la competitività dell'impresa e, nello stesso tempo, a migliorare le condizioni economiche e sociali della comunità in cui operiamo."

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -