Forlì-Cesena, la Provincia festeggia la donna

Forlì-Cesena, la Provincia festeggia la donna

FORLI' - Il motto parla chiaro: "8 Marzo tutto l'anno". E questo è anche il titolo ed il proposito che sarà sviluppato lunedì prossimo, in occasione della ricorrenza della "Giornata della donna".

Lunedì' prossimo, dunque, alle ore 11.30, presso la sala del Consiglio Provinciale di piazza Morgagni 9 Forlì, si terrà un'iniziativa che coinvolgerà tutti i dipendenti (uomini e donne) della Provincia.

 

Gli assessori alle Pari Opportunità Bruna Baravelli e alle Politiche del Lavoro Denis Merloni, congiuntamente alla Giunta provinciale, promuoveranno un' indagine sui fabbisogni di conciliazione dei tempi di vita e di lavoro dei dipendenti e delle dipendenti della Provincia.

Ciascun dipendente riceverà un questionario. Dalle risposte dei dipendenti e delle dipendenti, in Provincia si augurano di poter raccogliere utili suggerimenti e osservazioni. I risultati dell'indagine andranno a formare un rapporto sui bisogni di conciliazione dei dipendenti provinciali, cui seguiranno le proposte di servizi sperimentali e innovativi, realizzati con la collaborazione di soggetti esterni, che si integrino con le esigenze organizzative della Provincia.

 

"Tanto per citare alcuni esempi - spiega l'assessora Bruna Baravelli - è nostra intenzione proporre alcuni servizi, come la spesa centralizzata, i servizi di lavanderia, spazi educativi e di intrattenimento dei bambini in età scolare nel pomeriggio o durante le vacanze estive e, soprattutto un nido/scuola materna interaziendale, che potrebbe trovare concreta attuazione presso la vicina sede dell'Università".

 

"Il progetto nasce dalla consapevolezza che <poter organizzare al meglio il proprio tempo> sia un fattore determinate per la qualità della vita delle persone e che lavorare per questo obiettivo possa rappresentare una testimonianza concreta delle politiche di <pari opportunità per tutti> e delle politiche per la <qualità del lavoro>", sostiene l'assessore Denis Merloni. "Questi sono obiettivi che hanno in sè un profondo significato politico, culturale, organizzativo, nonché strategico per il nostro Ente"

 

Un rapporto equilibrato tra tempi di lavoro e tempi di cura, sostenuto da opportunità concrete e fruibili, è condizione indispensabile anche per far maturare una diversa consapevolezza dell'importanza della condivisione paritaria delle responsabilità familiari, che si tratti di occuparsi dei figli, dei genitori anziani, di familiari disabili o dell'organizzazione domestica. Allo stesso tempo l'armonia tra lavoro e vita personale è un segno generale di qualità della vita di tutti e di tutti i giorni.

 

Ecco perché l'iniziativa si chiama "8 marzo tutto l'anno"!

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -