Forlì-Cesena, la Provincia non esclude una revisione del piano di investimenti di Romagna Acque

Forlì-Cesena, la Provincia non esclude una revisione del piano di investimenti di Romagna Acque

Forlì-Cesena, la Provincia non esclude una revisione del piano di investimenti di Romagna Acque

FORLI' - Il piano degli investimenti di Romagna Acque 2006-2014 è finito nel corso del consiglio Provinciale al centro di un'interrogazione presentata da Stefano Gagliardi, capogruppo del PdL e da Gian Luca Zanoni, capogruppo della Lega Nord. Nell'interrogazione si rileva che i lavori per la realizzazione del progetto NIP 2 (Nuovo impianto di potabilizzazione) nel ravennate sono già partiti, con i primi appalti che interesano i territori di Bagnacavallo, Russi e Cotignola.

 

Chiedono i due consiglieri di opposizione: "Quale piano strategico con relativo piano industriale hanno portato alla realizzazione dell'investimento denominato NIP 2? La realizzazione dell'impianto può incentivare il consumo dell'acqua  per usi non potabili ed incrementare le tariffe a carico dei contribuenti?'". Ha risposto l'assessore Maurizio Castagnoli: "La necessità del potabilizzatore era sopravvenuta per motivi di sicurezza idrica, in un momento, di alcuni anni fa, in cui ci fu una forte siccità, inoltre in tempi di non siccità prevede la possibilità di impiegare meglio l'acqua di Ridracoli, con un uso corretto del bene acqua".

 

"I dati degli ultimi tre anni, non siccitosi, segnalano una riduzione sostanziosa dei consumi dell'acqua da parte dei cittadini - ha continuato Castagnoli -. Questo è un atteggiamento importante dal punto di vista culturale. Anche per questo si è aperta una riflessione sulla sostenibilità dei finanziamenti di Romagna Acque rispetto agli equilibri di bilancio, con un eventuale revisione anche del piano degli investimenti".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -