Forlì-Cesena, mancano le risorse: bilancio al ribasso e slittano opere pubbliche

Forlì-Cesena, mancano le risorse: bilancio al ribasso e slittano opere pubbliche

Massimo Bulbi, presidente della Provincia di Forlì-Cesena

La Provincia fa i conti di fine anno e registra meno introiti su vari fronti. La delibera di assestamento del bilancio 2009 e la relativa variazione al piano triennale delle opere e' stata presentata oggi pomeriggio in consiglio provinciale. In particolare nei conti della Provincia si registrano minori entrate correnti per 518 mila euro: 468 mila da minori compartecipazioni al gettito Irpef e 50 mila euro da minori interessi attivi della Cassa depositi e prestiti.

 

Minori entrate che saranno coperte da maggiori introiti per 355 mila euro e da minori spese per 162 mila euro (tra cui 74 mila risparmi sulle retribuzioni dei dipendenti e 80 mila per rimborsi piu' contenuti ai Comuni delle utenze delle scuole superiori).

 

Sul conto capitale, invece, la Provincia deve registrare minori entrate per 25,6 milioni di euro: 2 milioni e 800 mila euro per mancate alienazioni, minori trasferimenti della Regione per ben 18,6 milioni di euro, e 3,8 milioni in meno per minori trasferimenti da altri enti. Questi 25 milioni in meno comporteranno lo slittamento di diverse opere pubbliche per un totale di 22,5 milioni. Slittera' al 2010 un atteso intervento sulla Cervese per la variante tra Carpinello e Pievequinta, al 2011 il tratto della Provinciale del Rabbi tra San Lorenzo in Noceto e Fiumana (1,7 milioni), al 2010 la rotonda di Case Missiroli all'intersezione con la via Emilia (1 milione).

 

Sara' invece stralciata del tutto (opera da 2,7 milioni) la realizzazione delle nuova sede dell'Istituto Versari di Cesena (cancellato per mancato finanziamento delle alienazioni patrimoniali) e saltera' al 2010 anche la pavimentazione dell'istituto Oliveti di Forli', sotto continuo controllo per la presenza di amianto.

Critiche sono piovute dall'opposizione e in particolare da Stefano Gagliardi, capogruppo del Pdl che ha definito elettoralistico il bilancio di previsione del 2009: "Le cifre su alienazioni, tasse da Rc auto e immatricolazione di nuove auto erano palesemente troppo elevate anche in considerazione della crisi economica che gia' a meta' 2008 si stava palesando, la Provincia ha preferito fare un bilancio elettoralistico in vista delle elezioni amministrative e questo assestamento e' la prova di quello che diciamo".

 

"In campagna elettorale l'avevamo già rilevato - ha aggiunto Maria Grazia Bartolomei, capogruppo dell'Udc - questo assestamento è la dimostrazione che quello presentato era un bilancio a scopi elettorali, un libro di sogni che ora vede slittare ulteriormente opere che sono attesi da lustri e di cui si parla da numerose legislature". Bartolomei riconosce comunque all'amministrazione "il merito di aver applicato buone regole contabili portando questo assestamento al 30 novembre in modo che sia più credibile il prossimo bilancio previsionale".

 

L'assessore al Bilancio Maurizio Brunelli ha comunque ribadito che in molti casi si tratta di opere pubbliche rimandate e non cancellate e ha anche detto che sul fronte scolastico si sta pensando di realizzare a Forli' un istituto polivalente sul modello del "Cubo" di Cesena, per dare risposta alle emergenze dell'Oliveti e del Giorgina Saffi, dichiarato inagibile quest'estate, con conseguente sgombero di 15 classi.

 

 

 

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di d_a_v_i_d_e
    d_a_v_i_d_e

    Ma come, se si impegnavano a sostenere il faraonico progetto del sindaco Lucchi dello Stadio?

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -