Forlì-Cesena, miglioramento della viabilità in oltre 300 km del territorio

Forlì-Cesena, miglioramento della viabilità in oltre 300 km del territorio

Forlì-Cesena, miglioramento della viabilità in oltre 300 km del territorio

Al via i cantieri stradali riguardanti i finanziamenti previsti  nell'Accordo-Quadro per lo sviluppo socio economico dei territorio montano 2010-2012 nei comprensori della Comunità Montane Forlivese e Cesenate e dell'Unione Montana dell'Acquacheta. Interessati i comuni di Sogliano, Portico, Rocca, Dovadola, Premilcuore, Civitella, Predappio, Santa Sofia, Galeata, Meldola, Verghereto, Bagno di Romagna, Sarsina, Mercato Saraceno, Roncofreddo e Borghi.

 

"I cantieri, in alcuni casi si trovano in avanzato stato di attuazione - comunica il Direttore Generale ing. Ettore Maria de Cupis - altri partiranno a brevissimo.  Entro l'inverno , tempo permettendo, contiamo di completarli tutti e così ci troveremo, ad aver ben oltre 300 km di viabilità migliorata nel comprensorio montano forlivese e cesenate (importo complessivo oltre i 550.000 €  n.d.r.)".

 

"Bisogna dare atto della notevole mole di lavoro preparatorio  che  ha visto coinvolte tutte le amministrazioni locali  ( ben 17 Comuni due Comunità Montane e un'Unione di comuni montani)  - continua l'ing. De Cupis - per incontrare e coinvolgere  tutti i frontisti delle strade oggetto dei lavori"

 

" Infatti - prosegue de Cupis - i finanziamenti previsti nell"Accordo-Quadro per lo sviluppo socio economico dei territorio montano 2010-2012 prevedevano, la  compartecipazione  dei privati frontisti  delle strade interpoderali segnalate dai Comuni. Questi incontri, perlopiù serali, hanno permesso alla struttura consorziale  di incontrare direttamente molte comunità del vasto comprensorio collinare-montano forlivese e cesenate"

 

 "La nostra struttura ha ben interpretato, in concerto con le amministrazioni locali, quella mission aziendale, data da precisi compiti statutari,  che già da anni caratterizza  il Consorzio di Bonifica  nell'area montana e collinare  - ribadisce il Presidente del Consorzio Bonifica della Romagna  dr.Roberto Brolli  - ovvero quella di attuare una concreta politica di sussidiarietà tra la pianura e il disagiato territorio collinare e montano.  Infatti  - prosegue il dr. Brolli - tutta l'attività svolta  e da svolgere da parte del  nostro apparato  tecnico (per un importo di oltre € 51.000 n.d.r.) verrà completamente devoluta gratuitamente a tutto vantaggio delle manutenzioni stradali.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -